Venerdì, 14 Maggio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Hiroshima mon amour' di Resnais in programmazione a Bari

Appuntamento speciale al cinema 'Piccolo' di Bari Santo Spirito e poi nelle altre sale d'autore

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 24/04/2014 da Redazione
C’è un piacevole fuori programma nel calendario del ciclo “Il cinema ritrovato” che il Circuito D’Autore di Apulia Film Commission propone in Puglia grazie alla collaborazione con la Cineteca di Bologna. A poche settimane dalla scomparsa di Alain Resnais infatti, il Circuito omaggia il maestro del cinema proponendo il suo capolavoro “Hiroshima mon amour” – nella versione restaurata e in lingua originale – in programmazione al Piccolo di Bari Santo Spirito già da oggi e fino a martedì 29 aprile, tutti i giorni alle 19.00 (la pellicola era originariamente prevista in programmazione soltanto lunedì 28 aprile).
Seguendo invece il già annunciato calendario, “Hiroshima mon amour” sarà poi in programma lunedì 28 aprile al Db d’essai di Lecce (ore 19.00 e 21.00) e all’Alfieri di Corato (ore 19.15 e 21.30); martedì 6 maggio e non il 29 aprile al Vignola di Polignano a Mare (ore 21.30) e venerdì 9 maggio al Piccolo Osservatorio Garzia di Terlizzi (ore 21.00).
Tratto dalla sceneggiatura originale di Marguerite Duras, con Emmanuelle Riva, Bernard Fresson e Eiji Okada, il film alla fine degli anni Cinquanta segnò l'atto di nascita della nouvelle vague e una svolta epocale nella storia del cinema.
Due amanti a Hiroshima. Lei francese, lui giapponese. L'evocazione degli orrori della bomba atomica si fonde e si alterna ai ricordi della donna, l'amore per un soldato tedesco nella Francia della seconda guerra mondiale. Hiroshima mon amour rompe con tutta la tradizione narrativa precedente, si muove tra presente e passato seguendo il flusso discontinuo e fluttuante della memoria. Tragico, lirico, frammentario, nasce dalla collaborazione tra un maestro del cinema e una grande scrittrice e si avvale della straordinaria performance di Emmanuelle Riva. Il restauro internazionale, coordinato dalla Cineteca di Bologna ed eseguito presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata con la supervisione di Renato Berta, ha rispettato pienamente l'estetica originale del film, riportando allo splendore originale il bianco e nero fotografato da Michio Takahashi e Sacha Vierny.
Il ciclo “Il cinema ritrovato” si concluderà con “Chinatown” di Roman Polanski: il 26 maggio al Piccolo di Bari e al Db d’essai di Lecce; il 27 maggio al Vignola di Polignano e all’Alfieri di Corato ; il 30 maggio al Piccolo Osservatorio Garzia di Terlizzi.


loading...