Giovedì, 28 Maggio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Caffè della sostenibilità' con l'ex rettore Antonio Uricchio: 'Investimenti in ricerca e sviluppo per ripartire'

Prosegue il format organizzato dal Distretto La Nuova Energia e patrocinato da tutte le cinque Università Pugliese

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 22/05/2020 da Redazione

Nutrita la partecipazione anche al terzo appuntamento del "Caffè della sostenibilità", format organizzato dal Distretto La Nuova Energia e patrocinato da tutte le cinque Università Pugliesi, che ha visto quale illustre relatore Antonio Uricchio, professore di diritto tributario, già Rettore dell’Università di Bari, attualmente Presidente dell’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) e neo Presidente del CTS della SIMA (Società Italiana di Medicina Ambientale).

Tanti i temi affrontati dal Prof. Uricchio nel suo brillante intervento: dalla sfida della sostenibilità come modello di sviluppo che contemperi le esigenze del presente con quelle del futuro del nostro pianeta, alla rivoluzione ecologica quale miglior risposta al danno economico del post covid, dall’esigenza di ricostruire la fiducia collettiva per fronteggiare la pandemia economica, alla necessità di affrontare in Europa il tema del green new deal con le stesse regole fiscali e le stesse condizioni per tutti i paesi. Ha dichiarato il prof. Uricchio.” C’è bisogno di una fiducia collettiva verso il futuro che è la vera differenza rispetto agli anni 50 post bellico quale elemento essenziale per la ripresa e lo sviluppo, in questo momento l’indice di fiducia è basso”. La ricetta dello sviluppo, ha continuato Uricchio passa dagli investimenti in Ricerca e Sviluppo che possono accelerare la ripresa economica; attualmente l’Italia penultimo Paese (seguita solo da Romania) nella classifica Europea con media investimenti del 1,4% verso media Europea 3% del PIL aggravata dal fatto che i 2/3 degli investimenti sono pubblici e solo 1/3 privati.

La rivoluzione economica della sostenibilità, a continuato Uricchio, deve passare da una fiscalità circolare che prevede, tributi disincentivanti ed incentivi ambientali, oltre alla tracciabilità della spesa pubblica come controllo sociale pubblico: “ i cittadini devono capire come vengono spesi i soldi pubblici che è chiave anche per riduzione dell’evasione”. “Buona anche la terza!”, dichiara soddisfatto Beppe Bratta Presidente del Distretto La Nuova Energia, dopo il Presidente Vendola, l’ex Ministro Mauro, oggi con il prof. Uricchio che ha dato una visione della sostenibilità analizzando gli aspetti fiscali e della ricerca scientifica. Il nostro “caffe della sostenibilita” è diventato uno spazio di discussione e riflessione partecipata, autorevole ed indipendente per discutere con nostri Associati, simpatizzanti e istituzioni e società civile in maniera trasversale e multidisciplinare sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Il prossimo evento del “caffe della sostenibilità” sarà il 9 giugno ore 18 in diretta streaming ed avremo due ospiti: il prof. Enrico Giovannini ( ex Ministro del Lavoro, presidente ISTAT, attuale componente task force fase 2 del Governo) e il pugliese di origine Francesco Giorgino ( giornalista RAI del TG1).