Sabato, 8 Agosto 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Untitled', due proiezioni all'interno del Parco archeologico di San Pietro di Bari

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 21/07/2020 da Redazione

Questa sera, alle ore 20.30, nel Parco archeologico di San Pietro, adiacente al complesso di Santa Scolastica a Bari, si terrà il quinto appuntamento con la manifestazione “Untitled, 2020” promossa dalla Città metropolitana di Bari e realizzata dall’associazione culturale Daido.

Si tratta della proiezione del documentario Hockney (2014) in cui il regista Randall Wright offre un ritratto della vita privata e della carriera del pittore David Hockney. Considerato uno dei più grandi pittori viventi, esponente negli anni Sessanta della pittura Pop britannica, Hockney è noto anche per le sperimentazioni figurative tramite l’uso di Polaroid, fax, iPhone e iPad. Il film di Randall Wright grazie all'uso di materiale d'archivio e di filmati amatoriali, è un ritratto dell’artista inglese che nell’America puritana degli anni Sessanta parlò della propria omosessualità attraverso un'arte personalissima e dirompente. Trasferitosi a Los Angeles, in pieno clima Pop, Hockney incominciò una rapida e travolgente ascesa grazie ai suoi grandi quadri, oggi ricercatissimi, con ville e piscine popolate da una umanità ritratta dal vero. Attraverso testimonianze dell’artista e le interviste ad amici e collaboratori quali Arthur Lambert, Celia Birtwell e Ed Ruscha, il regista costruisce un film che si snoda in un tour esclusivo tra le opere di Hockney, conservate nel suo archivio a Los Angeles e nel suo studio nello Yorkshire, dove ancora oggi egli continua a dipingere.

Un prezioso omaggio all’arte contemporanea che sarà introdotto per il pubblico di “Untitled, 2020” da Roberta Giuliani.

 

Giovedì 23 luglio, alle ore 20.30, sarà la volta del documentario Arakimentari (2004) di Travis Klose dedicato a Nobuyoshi Araki, il fotografo più pubblicato al mondo. Il fulcro attorno a cui ruota il lavoro quotidiano di questo artista è il corpo femminile e l’erotismo esibito dalla sua arte. Travis Klose, regista del film-documentario, ha seguito il fotografo per un lungo periodo, per carpirne sia la vita artistica sia la forte personalità. Non una semplice indagine biografica, ma un vero e proprio viaggio che attraversa l'anima dell'artista. Tra le perle del film le interviste ad Araki di Björk e Takeshi Kitano.

Sarà Angelo Ceglie, direttore artistico dell’associazione Daido, ad introdurre la figura di questo talentuoso fotografo al pubblico di “Untitled, 2020” per aiutarlo ad orientarsi nella ricerca espressiva complessa, multiforme, articolata e mai ordinaria di un artista, le cui opere sono esposte nei musei di arte contemporanea più prestigiosi al mondo.