Lunedì, 20 Settembre 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Cultura, Monte Sant’Angelo celebra i due riconoscimenti UNESCO

Il Sito comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano e include, assieme a Monte Sant’Angelo, Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto e Benevento

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 20/06/2019 da Redazione

Il 25 giugno il sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” festeggia 8 anni di iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO (WHL).

Il Sito comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano e include, assieme a Monte Sant’Angelo, Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto e Benevento.

 “Ci sono giorni in cui la bellezza gelosa di questa città sembra svelarsi: nelle giornate terse, per esempio, di vento, quando una brezza che precede il libeccio spazza le strade schioccando come una vela tesa - ha dichiarato il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano -. Allora le case e i campanili acquistano un nitore troppo reale, dai contorni troppo netti, come una fotografia contrastata, la luce e l'ombra si scontrano con prepotenza, senza coniugarsi, disegnando scacchiere nere e bianche di chiazze d'ombra e di barbagli, di vicoli e di piazzette”.

“Prendo in prestito questa frase di Antonio Tabucchi- continua Emiliano - per svelare il mio stato d’animo ogni volta che mi trovo a Monte Sant’Angelo, o che semplicemente ne parlo in pubblico o in privato. È vero, la bellezza è qualcosa d’immateriale, qualcosa che non si può misurare col centimetro; la bellezza è stupore, è quel sentimento in grado di dilatare il tempo della felicità.  Io credo che celebrare i due riconoscimenti dell’Unesco per questa città, voglia dire per noi tutti rinnovare il patto antico dei pugliesi con la bellezza, vuol dire impegnarsi, ciascuno col ruolo che gli compete, a custodirla dalle brutture del nostro tempo, vuol dire educare le nuove generazioni a costruire il proprio avvenire confidando nei suoi valori".

Per il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo - “Il 25 giugno del 2011 e il 7 luglio del 2017 si sono scritte delle nuove pagine di storia per la nostra Città, per il Gargano, per la Puglia. L’iscrizione nella celebre Lista UNESCO è il più grande e importante riconoscimento a cui un Bene culturale o naturale possa ambire. Un’eredità preziosa di cui avere cura. Il nostro scopo rimane quello di costruire un progetto in grado di soddisfare gli obiettivi strategici fondamentali che proprio l’UNESCO indica, cioè rendere i beni volano ‘per lo sviluppo socio-economico e per la qualità della vita delle comunità di riferimento, attraverso strategie di comunicazione, educazione, ricerca, formazione e sensibilizzazione, ricercando il coinvolgimento attivo degli enti locali, a tutti i livelli’. Da qui nasce la programmazione annuale degli eventi, il gemellaggio con Mont Saint-Michel e il progetto internazionale ‘il cammino di Michael’, il Festival Michael, tutta la strategia basata su destagionalizzazione e internazionalizzazione grazie all’importante supporto della Regione, dell’Ente Parco e in sinergia con il Santuario, l’Università, le associazioni. Continuiamo quindi, a valorizzare e promuovere questo immenso patrimonio culturale affinché questa immensa bellezza possa essere volano per l’economia dei nostri territori”.

Nella “notte bianca del patrimonio culturale” di sabato 22 giugno saranno coinvolti il Castello Normanno-Svevo-Aragonese, i Musei TECUM (Tesori del Culto Micaelico) del Santuario di San Michele Arcangelo, il Battistero di San Giovanni in Tumba (detto “Tomba di Rotari”) e il MeTA (Museo Etnografico Tancredi).

 

Due i giorni dedicati ai laboratori didattici.

Lunedì 24, alle ore 17, presso il MeTA - Museo Etnografico Tancredi, il laboratorio di archeologia tenuto dalla Proloco mentre in Biblioteca (alle ore 18.30) il laboratorio di scrittura poetica tenuto dall’Associazione Monte Sant’Angelo Francigena.

Martedì 25, invece, alle ore 10.30, “Mettiti in gioco con i Longobardi”, un gioco educativo per bambini dai 6 anni; alle ore 16, nel Castello, il laboratorio dell’Associazione C’era una volta, “Crea con l’argilla”, alle ore 17.30, in Biblioteca, il laboratorio di Legambiente “Il pennacchio del pellegrino” e alle ore 19 il laboratorio della Proloco dedicato a “Paolo Diacono… per un giorno”.



loading...