Domenica, 17 Ottobre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

'A teatro consapevoli', in scena '1522'

Oggi debutto a Manfredonia

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 18/11/2014 da Redazione
Parte domani da Manfredonia il tour di “1522” lo spettacolo sui testi di Pina Debbi e la regia di Tiziana Sensi che prende il nome dal numero del centralino antiviolenza. Lo spettacolo è inserito nel progetto che per il terzo anno consecutivo viene attuato in Puglia dal nome“ A teatro consapevoli”, un percorso di educazione al teatro e allo spettacolo 2013/2014 promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Diritto alla studio e alla formazione, attuato dal Teatro Pubblico Pugliese e rivolto alle scuole secondarie di 2° grado in 13 Comuni con l’obiettivo di sostenere la formazione di docenti, studenti e pubblico in materia di linguaggio teatrale e spettacolo dal vivo. L’attuazione dei corsi prevede il coinvolgimento delle compagnie professioniste operanti in Puglia e le compagnie titolari dei progetti Teatri Abitati, finanziati dalla Regione Puglia a valere sui PO FESR Puglia 2007/2013.
1522 sarà in scena oggi al Teatro Comunale Lucio Dalla di Manfredonia, per poi essere proposto nei teatri comunali di Gioia del Colle mercoledì 19 e Mesagne giovedì 20 .
1522 è un insieme di storie scritte con la formula del “monologo interiore”: le vittime della violenza che raccontano i loro percorsi mentali, le ansie e le dinamiche della relazione uomo-donna che ancora viaggia su linee asimmetriche. Ogni storia è un corpo unico e rappresenta il paradigma delle principali tipologie della violenza sulle donne. Tutte le repliche sono previste di mattina precedute e seguite da incontri di approfondimenti alla presenza della Residenza Teatrale ospitante, la stessa compagnia e le altre residenze che accompagneranno i gruppi di docenti e studenti. Il teatro nella formazione dei giovani diventa importante preliminarmente per la conoscenza, l’approfondimento di testi letterari e la consapevolezza della visione dello spettacolo dal vivo, ma anche come veicolo di cultura, di valori civili, e di promozione e sensibilizzazione di temi importanti. In questo modo si vuole rivolgere una particolare attenzione alla formazione del giovane pubblico, con l’intento di sensibilizzare e stimolare, attraverso una partecipazione più attenta e motivata agli spettacoli teatrali, la riflessione. Educare i giovani attraverso l’arte teatrale vuol dire far crescere la società civile dotando le giovani generazioni con maggiori competenze e consapevolezza. La violenza di genere è un problema culturale che richiede l’impegno di tutti per sensibilizzare, educare e costruire un nuovo approccio alla relazione uomo donna. Per A teatro consapevoli nel mese di settembre hanno preso avvio in tutto 13 laboratori nelle città sedi delle Residenze Teatrali.

loading...