Martedì, 19 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Teatri di Bari presenta la stagione teatrale 215/2016 per scuole e famiglie

41 titoli divisi tra gli spazi di Abeliano e Kismet, pacchetti speciali con la possibilità di visionare film e spettacoli teatrali grazie alla collaborazione con I bambini di Truffaut

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 18/09/2015 da Redazione
41 titoli divisi tra gli spazi di Abeliano e Kismet, pacchetti speciali con la possibilità di visionare film e spettacoli teatrali grazie alla collaborazione con I bambini di Truffaut, percorsi tra teatro e turismo in sinergia con la cooperativa Iris e con l’associazione Pugliarte, laboratori dedicati e un grande festival per l’infanzia, il “Maggio all’infanzia”.
È la ricchissima proposta per le scuole per la stagione 2015/2016 dei Teatri di Bari che apriranno il cartellone alla fine di ottobre al Kismet con l’ “Abramo” di Ermanno Bencivenga diretto da Teresa Ludovico e concluderanno l’anno con il festival “Maggio all’Infanzia”.
Si intitola “In bocca al lupo!” la stagione che come sempre, oltre che alle scuole, si rivolgerà alle famiglie per i consueti appuntamenti domenicali.
Il mondo delle fiabe, i miti del passato, ma anche tematiche sociali e lavori d’impegno compongono il grande mosaico di proposte rivolte a bambini e adolescenti, includendo un pubblico che va dai due ai diciotto anni.
Comincia quindi il Kismet con il debutto di “Abramo” destinato alle scuole superiori (27-30 ottobre), in scena anche nel cartellone serale e il cui spettacolo sarà arricchito anche da una giornata di studi, il 29 ottobre, intitolata “Siamo tutti figli di Abramo?” condotta dallo scrittore Nicola Lagioia, presidente onorario dei Teatri di Bari.
Si continua con un’ incursione nella letteratura fatta dal Teatro Pirata con il suo “Robinson Crusoe” (domenica 15 novembre alle 18.00 e 16 e 17 in matinèe), proseguendo con alcune delle storiche produzioni Kismet quali “Badù re anzi Leone” di Lucia Zotti (23 – 26 novembre) e con gli artisti pugliesi: tra gli altri sul palco del Kismet ci saranno Angela Iurilli con “La bambina librata” (2-4 dicembre), Christian Di Domenico con “U’Parrinu. La mia storia con padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia” (12 dicembre), La luna nel letto di Michelangelo Campanale con “Semino” dedicato ai piccolissimi dai due anni (domenica 13 dicembre alle 18 e il 14 e 15 in matinèe), il Crest di Taranto protagonista della tradizionale Lunga Befana con lo spettacolo “La bottega dei giocattoli”, i Koreja di Lecce con “Opera stracci” da un’idea di Enzo Toma e Silvia Ricciarelli (9-11 marzo).
Non manca poi la proposta di titoli dai temi delicati e significativi come “Giovani spiriti” della compagnia La Pulce sull’uso di alcol fra i giovani (23-25 febbraio) o “Fa’Afaine” produzione Teatro Biondo/Giuliano Scarpinato sul tema “gender”.
La stagione all’Abeliano ha inizio invece a novembre con “Il gatto e gli stivali” di Lucia Zotti (domenica 8 alle 17.00 e alle 19.00; 9 e 10 in matinèe), seguito da “Ulisse…di bugie quante ne disse” regia di Enzo Vacca (domenica 22 alle 17.00 e alle 19.00 e poi dal 23 al 27 novembre e dal 15 al 17 dicembre in matinèe). Anche in questo caso il cartellone attingerà alle fiabe e alla letteratura con numerosi titoli proposti da compagnie pugliesi quali “Il malato immaginario” diretto da Teresa Ludovico (3-5 dicembre), “Tutti insieme con Romeo e Giulietta” regia di Roberto Petruzzelli (il 6 gennaio alle 17.00 e alle 19.00 e dal 19 al 28 gennaio in matinèe), “Dalla parte del lupo” di Senza Piume Teatro, “Enrico IV” regia di Vito Signorile, “La vera storia di Pinocchio” di Compagnia del Sole.

Tra i progetti speciali destinati a studenti e insegnanti per il 2015/2016 il percorso di formazione per docenti “Educarsi al teatro, educare al teatro” curato da Giorgio Testa e la quarte edizione di “Dal palcoscenico alla realtà”, il progetto di Inail e Regione Puglia con Teatri di Bari dedicato alla prevenzione degli incidenti sul lavoro.

Tutte le informazioni potranno essere richieste presso gli uffici dell’Abeliano, chiamando il numero 080.542.76.78 o via mail a scuole@teatridibari.it e filbi2007@libero.it