Lunedì, 30 Marzo 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, una festa di Carnevale per sostenere il mercato di via Amendola

Intrattenimento per grandi e piccini, danze popolari e musica durante l'evento organizzato dalla RCU di Carrassi, San Pasquale e Mungivacca

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 18/02/2020 da Redazione

La Rete Civica Urbana Carrassi, San Pasquale, Mungivacca e il Municipio 2 collaborano per sostenere il Mercato coperto di San Pasquale, la nuova struttura inaugurata lo scorso novembre in via Amendola 106 per ospitare gli operatori del vecchio mercato stradale di via Nizza. L’appuntamento è per giovedì 20 febbraio a partire dalle ore 16:30 con “Carnevale a Buon Mercato”, la grande festa di quartiere per promuovere e far conoscere il mercato alla cittadinanza: in programma un pomeriggio ricco di eventi, laboratori, musica, degustazioni per stare insieme, vivere la città e fare rete tra i residenti e il mercato.

L’idea è partita dalla Commissione Cultura del Municipio 2, che ha anche la delega ai mercati: “Nel corso del consiglio monotematico del 28 gennaio, alla presenza dell’assessora Carla Palone, sulla situazione di criticità lamentata dagli operatori mercatali –  spiega la consigliera municipale Alessandra Abbatescianni (Decaro Sindaco), presidente della Commissione – ci siamo resi conto, anche confrontandoci con gli operatori stessi, che il mercato ha bisogno di pubblicità perché tanti cittadini non sanno ancora dello spostamento nella nuova struttura; dopo aver condiviso l’idea con il Consiglio Municipale e il presidente Gianlucio Smaldone, abbiamo pensato di organizzare delle attività di promozione all’interno del mercato stesso, coinvolgendo la Rete Civica Urbana Carrassi, San Pasquale, Mungivacca, che da tempo sta portando avanti attività socioculturali nei quartieri e che era la realtà più adatta a collaborare per la riuscita dell’iniziativa. In effetti, il confronto è stato fruttuoso e questa festa è l’inizio di una futura e bella collaborazione tra istituzioni e realtà associative del territorio.”