Mercoledì, 13 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Masserie sotto le stelle. Vendola: 'masserie didattiche in Puglia,patrimonio eccezionale'

La quarta edizione delle Masserie didattiche pugliesi prende il via sabato 21 alle 18

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 17/06/2014 da Redazione
“120 masserie didattiche in Puglia è un patrimonio eccezionale. Luoghi della storia, della tradizione e della cultura pugliese, le nostre masserie fortificate, molto spesso abbandonate al degrado, sono state recuperate e trasformate in luoghi in cui si produce, per esempio, agricoltura a chilometro zero, luoghi di incontro tra economia e cultura, aperti alle scuole e ai bambini che così hanno modo di vivere l’esperienza della educazione ambientale e di quella alimentare, bambini che scoprono non solo la campagna e la natura ma anche il ciclo di trasformazione dei diversi prodotti della campagna, dal grano all’olio. Tutto questo fa delle masserie didattiche un elemento particolarissimo e unico nel panorama italiano ed europeo, un elemento di attrazione per i tanti turisti che la notte del 21 giugno, in occasione di Masserie sotto le stelle potranno apprezzare il frutto di una fatica che, giorno dopo giorno, ci porta ad ampliare una esperienza che è buona economia ma è anche formazione e cultura”. Commenta così il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, la quarta edizione di "Masserie sotto le stelle' la manifestazione che, in occasione del solstizio d'estate, apre le porte delle masserie didattiche di tutta la Puglia. Laboratori didattici, danze, canti, degustazioni renderanno unico l’evento da vivere a stretto contatto con la natura. Sin dalle ore 18.00 di sabato 21 giugno, le oltre sessanta strutture aderenti all’iniziativa offriranno in contemporanea programmi diversificati per mostrare e far vivere in prima persona le tipiche attività di una masseria. "Masserie sotto le stelle è la vetrina, la più importante, di una promozione e valorizzazione di questo robusto patrimonio che nelle sue edizioni ha convinto e affascinato migliaia di persone. Quello che attraverso l’apertura notturna di questi luoghi di produzione ma anche di custodia esperienziale e genuinità tentiamo di affermare ogni anno – ha affermato l'assessore regionale Nardoni – è un valore culturale di inestimabile valore perché quell’agri-cultura è in grado di rappresentare non solo il percorso di qualità messo in campo con le Masserie Didattiche riconosciute con legge regionale 2/2008, scuole a cielo aperto certificate da una Carta di Qualità ferrea e rigorosa, ma anche una strada verso un consumo più maturo e consapevole dei prodotti della terra”.Tanta soddisfazione e orgoglio nelle parole dell'Assessora al Mediterraneo,Cultura, Turismo Silvia Godelli: “Ogni volta più coinvolgente, questo appuntamento ricorda a tutti noi, cittadini di Puglia e viaggiatori da tutto il mondo, il valore speciale della nostra tradizione rurale, delle nostre campagne, dei nostri prodotti. Valore antico e modernissimo, che parla di Puglia in tutto il mondo e che ci rende orgogliosi di accogliere in misura ogni anno maggiore il grande turismo internazionale" Un notte speciale da vivere “all’insegna della sostenibilità”: la manifestazione, sostenibile per vocazione, diventa “Zero Waste” nell’edizione 2014. Grazie ad una partnership con il progetto di cooperazione transfrontaliera IPA ADRIATIC, “Zero Waste net for events and festivals”, sarà difatti messa in campo un’azione di sensibilizzazione alla raccolta differenziata. Ridurre l’impatto negativo di eventi e festival sulle risorse locali, convertendolo in una opportunità di crescita per le comunità locali: è questo uno dei principali obiettivi del progetto che può contare su un partenariato proveniente da Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Montenegro, Slovenia oltre che dall’Italia. I laboratori didattici accessibili o quelli dedicati al riutilizzo dei materiali, testimoniano la consolidata attenzione delle Masserie Didattiche pugliesi nei confronti di quegli indicatori, dal rispetto dell’ambiente ai trasporti, che fanno di una manifestazione un evento “Zero Waste”.