Sabato, 24 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Colibrì', apre il nuovo spazio dedicato agli adolescenti baresi nella biblioteca dei ragazzi[e]

Nell'ottica del progetto, le biblioteche della rete COLIBRì vengono intese non solo come presidi di lettura ma anche come presidi di prossimità e, soprattutto, di promozione culturale in forma multitarget e intergenerazionale, con una stretta relazione con le comunità del territorio.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 16/10/2020 da Redazione

Nell'ambito del progetto "COLIBRì - La rete delle biblioteche di Bari", finanziato dall'avviso regionale Community Library per la qualificazione e il rafforzamento dei sistemi bibliotecari pugliesi, è stato inaugurato questa mattina lo spazio dedicato agli adolescenti e alle adolescenti all'interno della Biblioteca dei Ragazzi[e] dell'assessorato comunale al Welfare, nel parco 2 Giugno.

Lo spazio nasce grazie al cofinanziamento dell'UE a valere sul POR FESR-FSE 2014/2020 della Regione Puglia - Asse VI-Azione 6.7 "Interventi per la valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale".

Nell'ottica del progetto, le biblioteche della rete COLIBRì vengono intese non solo come presidi di lettura ma anche come presidi di prossimità e, soprattutto, di promozione culturale in forma multitarget e intergenerazionale, con una stretta relazione con le comunità del territorio.

"L'inaugurazione di questo nuovo spazio dedicato agli adolescenti nell'ambito del progetto Colibrì - ha dichiarato Francesca Bottalico - rappresenta al meglio l'incontro tra il grande lavoro portato avanti in questi anni dall'assessorato al Welfare con la rete di Bari social Book per l'avvio di percorsi di animazione alla lettura e l'opportunità offerta dal finanziamento regionale, grazie al quale nella nostra città saranno allestite e attivate undici biblioteche diffuse in spazi pubblici e scolastici. Prosegue così il nostro impegno per una cultura accessibile e inclusiva e per la promozione della lettura come volano di crescita sociale della comunità, con una particolare attenzione alle persone più vulnerabili e, in questo caso, ai ragazzi e alle ragazze nel loro delicato percorso di crescita e formazione. Parte dei fondi disponibili è stata destinata all'acquisto di tecnologie pensate per persone con disabilità visiva, perché crediamo che il servizio pubblico debba garantire pari opportunità di accesso e siamo convinti che la cultura sia una componente fondamentale del benessere sociale. Nei prossimi giorni con le oltre 100 realtà della nostra rete firmeremo il primo Patto della lettura e inaugureremo le nuove biblioteche interculturali, consapevoli che la conoscenza e la cultura sono il primo tassello per il raggiungimento dell'emancipazione personale".

"Dopo la Cagnazzi, questa è la seconda delle undici biblioteche previste da Colibrì - ha commentato l'assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano - , un progetto per cui mi sono molto impegnata insieme al sindaco, ai colleghi di giunta, allo staff e agli uffici comunali, e che prevede l'apertura in ogni quartiere di uno spazio per imparare ad amare la lettura e stare insieme. È un progetto complesso che comprende da un lato la riqualificazione e l'arredo di spazi, sei dei quali scolastici, spesso non utilizzati, dall'altro la gestione e la messa in rete di tutte le attività. Queste undici biblioteche saranno legate alla grande biblioteca regionale di prossima realizzazione nella ex Caserma Rossani, unendo virtualmente il centro e le periferie della città. Le biblioteche sono luoghi fondamentali per migliorare le comunità: possiamo leggere storie ed immaginarne una nuova e collettiva per la nostra città".

"L'intervento eseguito all'interno della Biblioteca dei Ragazzi di parco 2 Giugno, al pari di tutti gli altri realizzati negli spazi che ospiteranno le undici biblioteche del progetto Colibrì - ha sottolineato l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -, fa bene a tutta la città perché consente di rifunzionalizzare e implementare luoghi che esprimono una grande vitalità sociale. Grazie al connubio tra azioni materiali - nuova climatizzazione, rifacimento degli impianti elettrici, sostituzione di corpi illuminanti, implementazione degli arredi- e immateriali, gli spazi individuati si presentano accoglienti e attrezzati al meglio per una fruizione il più possibile ampia e qualificata. Nello specifico, questo intervento ha riguardato non solo gli ambienti interni ma anche gli spazi pertinenziali esterni, consentendoci di riqualificare tutti i corpi illuminanti e di effettuare la manutenzione dei percorsi e degli arredi immersi nel verde, per offrire ai ragazzi e agli adulti che frequentano questo luogo un'esperienza piacevole e completa".

In modo più specifico, il progetto nella Biblioteca dei Ragazzi[e] ha consentito di agire in tre aree della struttura comunale. In primo luogo si è intervenuti sugli allestimenti con la creazione di uno "spazio adolescenti" attrezzato e arredato, quindi sul patrimonio librario, con l'incremento di circa 400 libri che si aggiungono ai complessivi 10.000 di cui il servizio già dispone.

Negli spazi esterni della biblioteca, inoltre, è stato allestito un percorso di lettura con piccoli auditorium e nuovi arredi disseminati nel giardino, anche grazie alla sostituzione delle panchine in cemento prefabbricato ormai deteriorate.

Il secondo intervento ha invece permesso di acquisire tecnologie all'avanguardia con l'obiettivo di promuovere l'accesso ai contenuti da parte di quanti si trovino in condizioni di svantaggio socio-economico o abbiano disabilità. In tale direzione sono stati acquistati 25 dispositivi, tra pc e Ipad, a cui si aggiungono i lettori per i non vedenti e gli ipovedenti che potranno leggere in autonomia articoli di giornale, libri, menù e molto altro grazie a un software che trasforma in audio i testi. Inoltre lo spazio adolescenti è stato dotate di cuffie multimediali per l'ascolto degli audiolibri.

A tale dotazione tecnologica si aggiunge l'adesione della Biblioteca dei Ragazzi[e] alla piattaforma MLOL, Media Library Online, attraverso cui tutti gli iscritti e le iscritte al servizio potranno accedere gratuitamente a un catalogo digitale di circa 120mila testi con diritti riservati, tra cui le ultime uscite in libreria, e più di 2 milioni tra ebook, audiolibri e riviste di tipo open source.

Una sorta di "piazza del sapere" capace di diventare luogo di formazione, inclusione sociale e incontro di età e culture diverse, in cui il libro e la lettura rappresentano strumenti di conoscenza, scambio e pratica consapevole dei diritti di cittadinanza e partecipazione, con l'obiettivo di potenziare l'attenzione rivolta agli e alle adolescenti.

Per quanto riguarda il terzo intervento, coordinato dall'assessorato al Welfare, parte delle risorse è stata riservata alle attività con un incremento delle aperture della struttura e l'organizzazione di un festival che offre una serie di appuntamenti rivolti a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, giovani, adulti e famiglie, tra presentazioni di libri con gli autori, workshop e seminari, atelier, reading e mostre.

Infine, è stata implementata la rete degli impianti elettrici e speciali attraverso l'installazione di nuovi punti di alimentazione e di rete dati negli spazi lettura e di accoglienza e realizzato un impianto di climatizzazione con condizionatori capaci di assicurare riscaldamento e rinfrescamento.