Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

World Press Photo 2016, presentato il contest 'Lo scatto della sanità'

GVM Care & Research finanzia una borsa di studio per gli studenti baresi

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 16/10/2016 da Redazione

L'organizzazione di World Press Photo Bari 2016 promuove la fotografia anche con un corso internazionale. GVM Care & Research, sponsor unico della mostra internazionale esposta a Bari dal 30 settembre al 23 ottobre, finanzia una borsa di studio per gli studenti baresi.E' stato presentato nello Spazio Murat di piazza Ferrarese il contest “Lo scatto della sanità” per l'assegnazione della borsa di studio. Alla presentazione hanno partecipato Paola Romano, assessora alle Politiche giovanili del Comune di Bari, Giuseppe Speziale, vice presidente GVM, Vito Cramarossa e Francesco Muciaccia di Cime, organizzatori World Press Photo a Bari e Napoli, Piero Ricci, consigliere dell’Ordine dei Giornalisti Puglia. 
Nell'ambito della presentazione GVM ha annunciato che intende rinnovare il suo sostegno al World Press Photo Bari anche per la prossima edizione.
La borsa di studio consisterà in un contributo a copertura totale del costo di iscrizione al primo Corso di Fotogiornalismo di World Press Photo Bari tenuto dal fotoreporter iraniano Manoocher Deghati, già vincitore e membro della giuria di World Press Photo, e sarà utilizzato anche per l’acquisto del materiale didattico (comprensivo di una Canon Reflex) per lo studente vincitore. Manoocher Deghati, iraniano ma pugliese d’adozione, è uno dei fotoreporter viventi con più riconoscimenti e più presenze sul campo nell’ambito del fotogiornalismo di guerra. Ha collaborato con testate prestigiose come National Geographic, Time, Life Press, Newsweek, Figaro, Marie-Claire.
IL CONTEST – Il contest “Lo scatto della Sanità” è rivolto agli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie superiori di Bari. Ciascun partecipante dovrà inviare il proprio scatto, che ha come tema la sanità e la salute pubblica, in qualunque formato, entro il 31 dicembre 2016al seguente indirizzo di posta elettronica: contest@worldpressphotobari.it.
Il tema del contest è quello della Salute in sintonia con la filosofia e l’attività  di GVM Care & Research presente in Puglia con cinque ospedali (Anthea Hospital, Ospedale Santa Maria, Villa Lucia Hospital, D’Amore Hospital, Città di Lecce Hospital). Il Gruppo sanitario nazionale investe da anni sulle iniziative culturali per contribuire alla crescita dei territori in cui è presente. Le fotografie saranno esaminate da una commissione composta da Manoocher Deghati (Presidente), un rappresentante dell’assessorato Politiche Educative Comune di Bari, un rappresentante GVM care&research, un rappresentante Ordine dei Giornalisti, un rappresentante C.I.ME.
Il corso avrà luogo nella sede dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia, altro partner della manifestazione, nel periodo compreso fra gennaio e maggio 2017 e sarà aperto, oltre al vincitore della borsa di studio, anche ai nove studenti iscritti al Master in giornalismo.
“Il principio ispiratore di tutte le attività di GVM è la centralità della persona, che si traduce in una modalità di approccio attenta alla valorizzazione di ogni individuo. E gli investimenti sulla cultura rappresentano uno dei principali strumenti per offrire ai cittadini, e soprattutto alle giovani generazioni, la speranza per un futuro e per una qualità di vita migliore”, spiega Giuseppe Speziale, vice presidente GVM.
In Puglia, prima di affiancare l’avventura di World Press Photo, GVM ha finanziato l’ultima stagione teatrale della Fondazione Petruzzelli contribuendo così a portare in città artisti e spettacoli di fama internazione che hanno attirato visitatori e ospiti anche da fuori regione. In Emilia Romagna GVM è main sponsor della stagione del Teatro Rossini e del Teatro Binario, entrambi a Lugo di Ravenna, sede della holding nazionale.  In Liguria il Gruppo è partner della Fondazione Teatro Carlo Felice, a Genova, e nel 2014 ha sponsorizzato la Tosca. Tra le manifestazioni di interesse e di prestigio che GVM ha contributo a realizzare, anche il Premio Guidarello di Confindustria Ravenna, annualmente riservato a scritti giornalistici e programmi audiovisivi d’interesse locale e nazionale.