Lunedì, 4 Luglio 2022 - Ore
Facciamo Notizie

Festival Cinema&Letteratura "DEL RACCONTO, IL FILM"

Ventidue appuntamenti dedicati all’educazione, ai sentimenti dell’esistenza umana, alle paure dell’uomo contemporaneo, alla diversità, alla politica, agli incontri e alle separazioni

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 16/06/2022 da Redazione

Torna il festival Del Racconto, il Film in programma dal 18 giugno al 24 luglio 𝘁𝗿𝗮 𝗕𝗮𝗿𝗶, 𝗠𝗼𝗹𝗮 𝗱𝗶 𝗕𝗮𝗿𝗶, 𝗚𝗶𝗼𝘃𝗶𝗻𝗮𝘇𝘇𝗼, 𝗦𝗮𝗻𝗻𝗶𝗰𝗮𝗻𝗱𝗿𝗼 di Bari 𝗲 𝗾𝘂𝗮𝘁𝘁𝗿𝗼 𝘁𝗮𝗽𝗽𝗲 𝘀𝗽𝗲𝗰𝗶𝗮𝗹𝗶 𝗻𝗲𝗹𝗹a 𝗰𝗮𝘀a c𝗶𝗿𝗰𝗼𝗻𝗱𝗮𝗿𝗶𝗮𝗹e 𝗱𝗶 𝗧𝗿𝗮𝗻𝗶 – sezione maschile e sezione femminile. Un appuntamento, oramai immancabile per l’estate pugliese, che quest’anno taglia il nastro della sua tredicesima edizione. 

 

Il festival, organizzato da sempre dalla cooperativa sociale I Bambini di Truffaut, con la direzione artistica di Giancarlo Visitilli, è un’iniziativa della Regione Puglia - Assessorato Cultura e Turismo a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 - prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network.

 

Del Racconto, il Film si propone di unire all’offerta culturale una riflessione su una serie di temi e problematiche, selezionate e, in qualche modo, legate al territorio, locale e nazionale, con la possibilità anche di confrontarsi con chi, a seconda degli ambiti, può essere una testimonianza significativa.


Si parte il 18 giugno da Mola di Bari, dove il festival si “fermerà” dal 20 al 24 luglio nell’incantevole chiostro del Monastero di Santa Chiara. “Del Racconto, il Cambiamento” questo il titolo della serata inaugurale che si apre con il giornalista Lorenzo Cremonesi, inviato di guerra del Corriere della Sera, in collegamento dall’Ucraina per parlare di “Guerra infinita” (Solferino), il suo romanzo di guerra che intreccia storia familiare e reportage in presa diretta narrando vicende, personaggi e luoghi memorabili degli ultimi quarant'anni, sino ai bombardamenti di Kiev. Storie di esodi, morte e distruzione che ci aiutano a capire meglio il passato recente, il mondo di oggi e quello di domani. A seguire il regista Francesco Costabile e l’attrice Lina Siciliano presenteranno al pubblico “Una Femmina”. Il film, che ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d'Argento, 2 candidature a David di Donatello, è la storia della vendetta e della rivalsa della sedicenne Rosa la cui madre è stata uccisa dai familiari mafiosi perché diventata collaboratrice di giustizia. Durante la serata interverranno Michele Cozzi, giornalista (Corriere del Mezzogiorno) e Serena Triggiani, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari.


Domenica 19 giugno Del Racconto, Il Film fa tappa a Sannicandro di Bari per una serata al Castello Normanno Svevo dal titolo “Del Racconto, i Figli” con Paolo Mottana che racconterà I tabù dell’educazione – Su ciò che la pedagogia non vuol vedere” (Mimesis), seguito dal regista Marco Simon Puccioni e dall’attore Emanuele Maria Di Stefano che presenteranno il film “Il filo invisibile” dedicato all’omogenitorialità, alle famiglie arcobaleno con madri portatrici, che esplora i legami che uniscono un padre e suo figlio. Durante la serata interverranno il giornalista Toni De Mario e Nico Palmieri e Davide Caforio, aspiranti genitori.


Il festival continua giovedì 23 giugno a Bari sul piazzale della basilica di San Nicola (piazza San Nicola) con “La tana” di Beatrice Baldacci, un’opera prima che ha fatto molto parlare di sé, che racconta l’incontro estivo del diciottenne Giulio con la figlia dei vicini, Lia, una ragazza tanto disinibita quanto introversa che sembra nascondere dei segreti. Saranno presenti la regista e in collegamento l’attore Lorenzo Aloi. Prima del film lo scrittore Amleto De Silva ci accompagna nel mondo di uno dei più grandi pugili di tutti tempi, con il suo romanzo “Il pugilatore – Viaggio intorno a Sonny Liston” (LesFlaneurs). “Sonny l'analfabeta, l'alcolista, il pregiudicato, l'ex galeotto, l'orso cattivo, il pugile della mafia. Sonny il genio che faceva invidia ai geni (scrittori, giornalisti, politici, osservatori) americani”.


Guarda sempre verso il mare Giovinazzo dove il festival ritorna quest’anno nell’Anfiteatro del piazzale Aeronautica Militare. Venerdì 24 giugno appuntamento immancabile “Del Racconto, l’Assenza” dedicato al best seller “L’arminuta” (Einaudi) di Donatella Di Pietrantonio, premio Campiello 2017: una storia di amore, maternità e abbandono. L’autrice racconterà la storia di una ragazzina di tredici anni che tutti chiamano l'Arminuta che scopre di non essere la figlia delle persone con cui è cresciuta e viene restituita alla sua vera famiglia. Dal libro è nato l’omonimo film del regista Giuseppe Bonito, presente alla serata, che sarà proiettato subito dopo la presentazione del romanzo. Durante la serata interverranno anche la giornalista e sceneggiatrice Antonella Gaeta e Maria Pia Vigilante, presidente di Giraffa Onlus.


Sono quattro gli incontri organizzati nella Casa circondariale di Trani sez. femminile e sez. maschile in collaborazione con il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale Regione Puglia e Ordine Avvocati Bari. Si inizia martedì 28 giugno e si prosegue il 5 luglio con un’anteprima internazionale “Behind bars Rock oltre le sbarre”, un documentario realizzato da Bob Cillo nelle carceri, il 12 luglio sarà proiettato il film “A Chiara” di Jonas Carpignano, mentre il 19 luglionelle carceri di Trani entrerà la regista Giorgia Cecere con l’attore Paolo Sassanelli per presentare ai detenuti il film “Sulla giostra”.


Grazie alla collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese il festival oltre al cinema e alla scrittura/letteratura si arricchisce di due appuntamenti teatrali: “Stoc ddò - Io sto qua” di Sara Bevilacqua, con la drammaturgia di Osvaldo Capraro, lo spettacolo che narra la tragedia di Michele Fazio colpito per errore durante un regolamento di conti tra clan rivali (2 luglio, Mola di Bari) e “Cammelli a Barbiana. Don Milani e la sua scuola” di Francesco Niccolini e Luigi D'Elia, con Luigi D'Elia per la regia Fabrizio Saccomanno (9 luglio, Sannicandro di Bari).


Tra i tanti appuntamenti segnaliamo anche quello del 30 giugno a Sannicandro di Bari, Del Racconto, la Pace, con la scrittrice russa Olga Grebennik autrice di “Diario di guerra. Una matita e un taccuino per testimoniare otto giorni nei sotterranei ucraini e la fuga per la vita” (Caissa) e il regista ucraino Valentyn Vasjanovyc con “Reflection”, un film ambientato durante la guerra del Donbass nel 2014 e presentato al Festival di Venezia 2022 (entrambi in collegamento).


Tantissimi gli ospiti che Del Racconto, Il Film porta in Puglia sino al 24 luglio. Tra quelli non ancora citati gli autori Enrico Macioci, Cosima Buccoloriero, Serena Uccello, Juri Romanini, Gaia Rayneri, Alex Corlazzoli, Aurelio Picca, Fiorenza Sarzanini, Romana Petri, Alessandra Sarchi, Rosella Postorino. Dal mondo del cinema arrivano poi Salvatore Allocca, Alessio Perinelli, Loredana Macchietti, Chiara Bellosi, Michele Bertini Malgarini, Laura Samani, Silvio Maselli, Ciro De Caro, Rosa Palasciano.


In lizza per la sezione concorsi ci sono 18 film e 17 romanzi.

Il 24 luglio saranno consegnati i premi Miglior Film sez. I quattrocento colpi, Miglior Film sez. La terra vista dalla luna, Miglior Interprete Premio Francesco Laudadio e Miglior Libro sez. Non ci resta che leggere.


Questa edizione è sostenuta da Regione Puglia- Apulia Film Commission, dai Comuni di Bari, Giovinazzo, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, Carcere di Trani, dall’ufficio Garante dei diritti delle persone sottoposte e misure restrittive della libertà personale Regione Puglia, da Teatro Pubblico Pugliese e dalla Fondazione Vincenzo Casillo. Il Festival è patrocinato da Ordine Giornalisti di Puglia, Ordine Avvocati Bari, Giraffa Onlus, Libera Puglia, Fondazione Don Lorenzo Milani, Centro pugliese per i Disturbi del Comportamento Alimentare, Ufficio Scolastico Regione Puglia, IPSAIC Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea “Tommaso Fiore”, Save the children, Caritas Diocesi Bari-Bitonto, Associazione Famiglie Arcobaleno e dalla Casa delle Donne del Mediterraneo.

 

Tutti gli incontri sono alle ore 19 ad ingresso libero, sino ad esaurimento posti



loading...