Lunedì, 21 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Scuola Corsara, torna il progetto per contrastare l’abbandono scolastico e la povertà educativa

Francesco Tarantini, presidente Legambiente Puglia: 'Fondamentale colmare la dispersione scolastica esplicita ed implicita. La Puglia al 26,8 % di dispersione totale'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 15/10/2019 da Redazione

Con la riapertura del nuovo anno scolastico 2019/2020 riprendono a pieno regime le attività del progetto Scuola Corsara nella città e presso le scuole di Trani, selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, grazie al Bando Adolescenza (11-17 anni), promosso da Legambiente Puglia, offre ai giovani appartenenti a contesti fragili l’opportunità di acquisire competenze di base e capacità professionali grazie a una didattica concreta e collaborativa, mirata all’inclusione nel tessuto sociale ed economico.

Al centro del progetto ci sono i 3 ambienti - l’Orto Sociale, il Baretto dei Bambini e il Ristorante Sociale – animati dagli studenti dell’IISS Aldo Moro, da giovani con disabilità e disagi familiari, detenuti e immigrati, operando in sinergia con numerosi enti territoriali, Istituzioni, Terzo Settore e famiglie.

"Scuola Corsara è una scuola aperta che mette in contatto gli studenti con le Istituzioni e il mondo del Terzo Settore, per un approccio allo studio concreto, che punta ad abbattere dislivelli e disuguaglianze sociali, promuovendo condivisione e integrazione - dichiara Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia-. Oggi è fondamentale colmare il grande problema della dispersione scolastica esplicita ma soprattutto quella implicita, come dimostrano i dati emersi dal recente rapporto INVALSI. La Puglia, sommando le due tipologie, raggiunge il 26,8 % di dispersione, dietro solo a Campania, Calabria e Sicilia. Emerge, quindi, l’importanza di investire sull’educazione formale e non formale che punti alle competenze degli studenti e non più solo ad un dato numerico di chi abbandona la scuola precocemente. Ed è proprio quello che cerchiamo di perseguire con questo progetto".

Anche quest’anno gli studenti saranno protagonisti dei laboratori artistici e si cimenteranno in particolare nel teatro e nel cinema.  I laboratori si innestano in una più ampia azione che vedrà i ragazzi protagonisti di una “campagna itinerante”, attraverso la Regione Puglia, come testimonianza diretta, della buona riuscita di un processo educativo che trasforma l’esigenza e fabbisogno di apprendimento in risorsa e nuove competenze professionali. I laboratori sono luoghi in cui indagare nel profondo di un disagio ed affrontarlo insieme in un’azione di imparando facendo e mettendosi in posizione di ascolto.