Lunedì, 16 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Presentato il progetto oMaggio a Bari: domani il primo appuntamento con la Festa del dialetto barese

L''assessore alle Culture Silvio Maselli: 'Recuperare e diffondere la lingua usata dai nostri padri, il dialetto, è un’operazione culturalmente fondamentale'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 15/01/2016 da Redazione

 È stata presentato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di città il progetto  oMaggio a Bari coordinato da Vito Signorile e promosso dall'Assessorato e dalla commissione consiliare alle Culture.

Presenti l'assessore alle Culture Silvio Maselli, il presidente della  Commissione consiliare Culture Giuseppe Cascella, il coordinatore del progetto Vito Signorile e i rappresentanti delle associazioni coinvolte.

“L’amministrazione ha appoggiato con convinzione questo progetto – ha dichiarato l’assessore Maselli –  perché siamo convinti che recuperare, rivalutare e diffondere la lingua usata dai nostri padri, il dialetto, sia un’operazione culturalmente fondamentale. Quello che infatti trasforma un popolo in una nazione sono: le armi, la moneta e, soprattutto, la lingua. Senza una lingua che unifichi, un popolo non può darsi un’identità di nazione”.

 

“Il nostro dialetto – ha dichiarato il consigliere Cascella – è cambiato nel corso del tempo, ha assunto suoni più dolci e ha conservato la sua musicalità inconfondibile, che oggi è ben rappresentata dagli attori presenti. L‘idea di quest’anno è di non dedicare al dialetto una sola giornata, così, la Commissione Culture ha convinto Nico Salatino, uno degli attori coinvolti, a raddoppiare gli incontri, che infatti si terranno sabato 16 gennaio in Comune e domenica 17 presso il Circolo Unione. Ci saranno in seguito altri eventi nel mese di maggio”.


“Il progetto oMaggio a Bari nasce su impulso della Commissione comunale Culture – ha detto Vito Signorile coordinatore del progetto –. La grande varietà di associazioni, gruppi, singoli operatori culturali, comuni cittadini, artisti e poeti, tutti ugualmente innamorati della città e dei suoi costumi presenti a Bari richiedeva un progetto inclusivo, che inducesse a nuove abitudini e a nuovi metodi di collaborazione. Da qui l'idea del progetto oMaggio a Bari, nato come una ipotesi autogestita di amore verso la città e poi concretizzato con il coinvolgimento di ben 23 associazioni culturali cittadine che hanno unito le loro forze e le loro intelligenze per dare un contributo alla crescita culturale della nostra città.”

 

Domani, a partire dalle ore 10, è fissato il primo appuntamento con la Festa del dialetto barese, nella sala consiliare del Comune di Bari.

Domenica 17, dalle ore 18 alle ore 20, la Festa si sposta al Circolo Unione.