Mercoledì, 19 Giugno 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il Bari International Gender Film Festival torna con due appuntamenti dal 21 al 28 settembre

Nel primo evento si ragionerà di famiglia e dei suoi diversi «status»,mentre nel secondo il cinema mostrerà uno sguardo attento, documentato e approfondito sul tema dell'omofobia

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 14/05/2019 da Redazione

Il Bari International Gender Film Festiva torna con due preziosi appuntamenti, che lanciano la volata alla seconda edizione del festival vero e proprio, programmato dal 21 al 28 settembre 2019 (direzione artistica a cura di Tita Tummillo e Miki Gorizia). Nel primo evento si ragionerà di famiglia e dei suoi diversi «status», alla luce dei cambiamenti e delle evoluzioni avvenute negli ultimi decenni sul versante antropologico e sociale. Mentre nel secondo, il cinema mostrerà uno sguardo attento, documentato e approfondito sul tema dell'omofobia, al tempo delle unioni civili, altro tema di grande attualità che riguarda l'«universo» della famiglia. Entrambi fanno parte degli eventi del Bari Pride 2019.

 

Giovedì 16 maggio, a partire dalle 10 (fino alle 12), nel Palazzo Chiaia-Napolitano di Bari (nell'Aula Don Tonino Bello, in via Crisanzio 42, ingresso libero), tornano i «Dialoghi sul BIG», in una riflessione approfondita intorno alla famiglia, intesa come istituzione in perenne trasformazione. Il seminario, alla sua quarta edizione, è organizzato dalDipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione e dall'Archivio di Genere dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, con il coordinamento di Claudia Attimonelli, docente di Semiologia del Cinema e degli Audiovisivi. Ai Dialoghi prendono parte, con il taglio transdisciplinare che li caratterizza, studiosi, docenti, artisti, ricercatori. Si discuterà di famiglia nucleare, estesa, matriarcale, patriarcale, allargata, ristretta, monogamica, poligamica, famiglie di fatto, famiglie arcobaleno, family houses. Nelle diverse epoche storiche, e a seconda delle aree geografiche, la famiglia ha assunto conformazioni dettate da legami di parentela, di affinità, di convivenza, di sostegno, di riproduzione.

Cosa intendiamo oggi quando parliamo di famiglia alla luce delle rivoluzioni intervenute sul piano antropologico e sociologico? Se già da un decennio il vincolo del matrimonio nelle coppie eterosessuali ha visto anche in Italia una sensibile decrescita a favore della convivenza e infine delle coppie di fatto, i primi passi verso lo sgretolamento di un modello monolitico e rigido di famiglia patriarcale iniziano ad essere mossi anche a favore delle coppie dello stesso sesso. Dopo l'introduzione di Claudia Attimonelli e Miki Gorizia, interverranno il sociologo dell'Universitè Paul-Valéry di Montpellier Vincenzo Valentino Susca, l'assessore al Welfare del Comune di Bari Francesca Bottalico, il regista Fabio Leli, la referente Puglia e Sud Italia di «Rete Genitori Rainbow» Ivana Palieri, i Bari Jungle Brothers. Conclusioni affidate alla proiezione della clip «La classe – keepcalm&love», frutto del lavoro di «Big School» (il laboratorio di educazione alle differenze organizzato all'Istituto Ettore Majorana di Bari-Palese), a cura di Rossana Rubino e Gaia Lazzati, con la regia di Marco Gernone.



loading...