Giovedì, 20 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fiera del Levante: tradizione, musica e divertimento con i Terraròss

Suonatori e menestrelli della bassa Murgia, con il loro show a base di pizzica, tarantella e tammuriata, saranno i protagonisti del sesto appuntamento del cartellone di eventi

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 13/09/2018 da Redazione

Questa sera alle ore 20, nell’area eventi allestita presso l’ingresso monumentale del quartiere fieristico, salgono sul palco della Fiera del Levante i Terraròss.

Suonatori e menestrelli della bassa Murgia, con il loro show a base di pizzica, tarantella e tammuriata, saranno i protagonisti del sesto appuntamento del cartellone di eventi della 82esima Campionaria Generale Internazionale, offerto gratuitamente a tutti i visitatori della Fiera.

 

Dopo aver suonato in Francia, a Cannes, per la 71^ edizione del Festival del cinema, dopo la partecipazione al Ciao Festival svoltosi lo scorso luglio a Mosca, Dominique Antonacci, Giuseppe De Santo, Annarita Di Leo, Vito Gentile, Antonio De Santo, Carlo Porfido, Nico Vignola, Stefano Pepe e le ballerine Caterina Totaro, Miriana Gentile e Ornella Cavallo, ritornano a Bari per far divertire, cantare e ballare.

 

“Il nostro spettacolo – ha spiegato il cantante Dominique - coinvolge molto il pubblico facendolo diventare parte integrante. In tal modo abbattiamo letteralmente la quarta parete e lo facciamo con la musica, la semplicità, la genuinità, la teatralità, la simpatia, e la travolgente forza che ci contraddistinguono. È questa la nostra originalità, noi vogliamo divertirci con il nostro pubblico, in modo che ogni serata sia indimenticabile per loro e anche per noi”.

 

Il gruppo Terraròss si è formato come un progetto di ricerca, atto a riscoprire e valorizzare la cultura di un tempo. Nel 2006 infatti Dominique Antonacci e Giuseppe De Santo, entrambi già musicisti, residenti a Roma per lavoro, hanno iniziato a suonare insieme con l’intento che attraverso la musica ci si riuscisse ad avvicinare maggiormente alle nostre più profonde tradizioni.

 

“Sono ormai tanti anni che giriamo interrottamente e di improvvisazione sembrerebbe che ce ne sia tanta, ma in realtà c'è un copione già scritto che noi rispettiamo alla lettera. Nonostante ciò, ai miei ragazzi riservo ogni sera dei momenti nuovi, che servono per fare gruppo e non far abbassare la guardia”.

 

 

 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet