Martedì, 23 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Medimex Taranto 2019: workshop e face to face(s) per conoscere il mercato della musica e l'industria discografica

Il programma completo degli appuntamenti nel capoluogo ionico dal 5 al 9 giugno

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 13/05/2019 da Redazione

Come affrontare il mercato della musica, l’industria discografica e il mondo dei live. Sono alcuni dei temi al centro delle attività professionali del Medimex, International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds a Taranto dal 5 al 9 giugno. Una sezione nella quale artisti e operatori del settore possono incontrare direttori di festival, responsabili di agenzie, etichette discografiche e stakeholder internazionali. Il calendario di workshop offre ai professionisti della musica focus specifici e occasioni di confronto su alcuni importanti temi del music business: dalle questioni legate alla sicurezza sui palchi alle regole in vigore nel mercato dei live, dalle strategie per conquistare nuovo pubblico alla creatività musicale nel settore della pubblicità, della tv e dei videogames, dalle strade da seguire per ricevere finanziamenti sino ai temi riguardanti il diritto d’autore e le playlist delle piattaforme streaming. Come di consueto il programma professionale prevede anche numerosi Face to Face(s), attività di networking con operatori in ambito folk, rock, world, jazz, hip hop e metal quest’anno provenienti da Brasile, Francia, Italia, Finlandia, Islanda, Svezia, Grecia e Spagna. Tutte le attività professionali, per le quali la partecipazione è gratuita (ma è necessaria registrazione sul sito medimex.it), sono in programma il 7 e 8 giugno nella sede dell’Università di Taranto, nell’ex Caserma Rossarol.

 

I workshop prenderanno il via venerdì 7 con “Lo spettacolo deve continuare (in sicurezza)!” animato da Gianni Raimondi (Presidente associazione culturale AFO6) e Angelo di Summa (Tecnico Prevenzione Coordinamento SPESAL Taranto). Si prosegue con “Suonare dal vivo: regole, ruoli e contratti nel mercato dei live” condotto da Emanuela Teodora Russo, avvocato specializzato in diritto della musica e dello spettacolo e collaboratrice di Note Legali, la più rappresentativa associazione di musicisti in Italia. In programma, anche, “Audience development” nel quale Francesco Mariotti, direttore artistico del Festival Pisa Jazz, spiegherà le strategie per conquistare nuovo pubblico, coinvolgere il territorio e incrementare il turismo e la presenza di giovani.

Sabato 8 giugno, Sergio Pimentel (Ninja Tune, Senior Creative), Duncan Smith (Sony Interactive Entertainment, Senior Music Supervisor) e Bonnie Reilly (Vice Media, Music Supervisor), professionisti di livello internazionale, attivi nella pubblicità, nella tv e nei videogames, si dedicheranno a due sessioni di ascolto, analisi e feedback di opere proposte dai partecipanti nel workshop (in lingua inglese) “Sync Lab” promosso da Node - hub che si dedica al sostegno e allo sviluppo della creatività in ambito musicale – in collaborazione con Puglia Sounds, Funder35, Future Music Form. Azzurra Funari e Giulia Allegrucci, la prima esperta di fundraising la seconda in progetti Ue, terranno il laboratorio “Dall’idea progettuale al finanziamento” a cura di Doc Servizi finalizzato ad illustrare le principali forme di sovvenzione (regionali, nazionali e comunitarie) e quelle più idonee alla tipologia di progetto proposto. Previsto anche un laboratorio di esercitazioni di carattere pratico e legale su “Il contratto editoriale destinato alle sincronizzazioni” a cura di Node con Marco Barbone, avvocato specializzato in diritto d’autore e diritto industriale. Infine, Peter Astedt, da anni nel settore dell’industria discografica, illustrerà nel workshop “Pros and cons playlistin’” le questioni riguardanti le modalità con cui le piattaforme di streaming creano le loro playlist.

 

I Face to face(s) saranno  con Jordi Fosas (direttore artistico di Fira Mediterrània, Manresa, Catalogna), Loredana Franza (Project Manager di Semente, associazione che organizzata Jazz i Parken/Women International Jazz Festival/Lusofoni/Jazzambassaden a Stoccolma, in Svezia), Sunna Gunnlaugsdottir (co-direttrice del Reykjavik Jazz Festival, nonché fondatrice e direttrice della serie di concerti Freyjujazz e Jazz I Salnum), Veronica Pessoa (dirigente e membro del comitato consultivo della Semana Internacional de Música di San Paolo del Brasile), Annamaria Rigotto (curatrice del Festival Casa de Fulô Prod, a Rio de Janeiro), Annamaija Saarela (amministratore delegato del G Livelab Tampere, in Finlandia), Soraya Da Silva (co-fondatrice dell’agenzia parigina di world music, Helico Music), François  Audigier (booker di artisti europei per il Festival Europavox e coordinatore artistico per il progetto Europavox, Europavox Festival, a Clermont-Ferrand, in Francia), Filippo D’Urzo (direttore artistico e organizzativo dell’Empoli Jazz Festival), Massimo Di Stefano  (direttore dall’agenzia di booking Esound Musci&Arts di Valencia, in Spagna), Kem Lalot (talent buyer dell’Eurockeennes Festival di Belfort, in Francia) e Eleni Linoxylaki (direttrice di produzione del Technopolis Jazz Festival di Atene).



loading...