Mercoledì, 23 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Tragedia dell'Heysel, la memoria di bambino di Mario Desiati ne 'La notte dell'innocenza' (VIDEO)

Lo scrittore pugliese ci presenta il suo ultimo libro

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 12/07/2015 da Costanza Carrieri
Mario Desiati
A Mola di Bari, nell'ambito dell'importante rassegna "Del racconto, il film", il bel romanzo del pugliese Mario Desiati: "La notte dell'innocenza". Un libro che si legge tutto d'un fiato in cui viene condivisa la sua memoria di bambino che, tornato a casa dal campetto di calcio di provincia con le macchie d’erba e qualche segno sulle gambe, si piazza davanti alla tv per ammirare per la prima volta i suoi idoli in tv e si ritrova invece a diventare parte emotiva di una grande tragedia. Quella che si è consumata il 29 maggio del 1985 nello stadio Heysel di Bruxelles.
Mario all'epoca aveva otto anni. Prima di quella partita, che si giocò in diretta tv, gli scontri contarono trentanove morti e seicento feriti. La finale di Coppa Campioni tra Liverpool e Juventus,  "fu in effetti una resa dei conti, una vendetta sanguinosa degli hooligans inglesi contro inermi tifosi italiani spediti nel settore Z, aggrediti con spranghe, tirapugni e pezzi di cemento di un rovinoso stadio che viene giù. Tutto questo davanti a pochi poliziotti che non capirono il dramma".
Per Desiati, quelli restano ancora "morti di serie C". Morti, che a trent'anni da una immane tragedia, pesano sulle coscienze di molti. Ma, soprattutto, di un calcio che ha davvero imparato poco da quella lezione.
Abbiamo incontrato Mario Desiati a Mola. (GUARDA IL VIDEO)