Lunedì, 16 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Parte 'Bari social summer': appuntamenti per bambini e genitori in tutti i quartieri della città

Il progetto partirà oggi con la grande festa 'R...estate in piazza' che si svolgerà in Piazza Umberto e terminerà il 18 settembre

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 12/06/2015 da Redazione
Con l’arrivo dell’estate si rafforza l’offerta delle attività e dei servizi rivolti a tutti i cittadini, in particolare i minori, gli adulti e le famiglie che appartengono alle fasce più deboli della popolazione. Si comincia oggi con la grande festa “R...estate in piazza” che si svolgerà in piazza Umberto a partire dalle ore 17.
Con questo evento si apre ufficialmente “Bari social summer”, il cartellone di oltre 100 eventi promossi dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari in collaborazione con i Centri di ascolto per le famiglie e Centri aperti polivalenti per minori, i Centri socio-educativi, la Biblioteca dei ragazzi/e ed il Servizio attività ludiche, ricreative ed espressive negli ospedali pediatrici.
Si tratta di un programma di appuntamenti completamente gratuiti e aperti a tutti, che nella maggior parte dei casi si sviluppano in diverse giornate, con attività quotidiane ed incontri cadenzati settimanalmente. Fino al prossimo 18 settembre “Bari social summer” attraverserà tutti i quartieri cittadini con eventi che saranno realizzati nell’ambito delle attività affidate dall’assessorato al Welfare e ai 20 servizi territoriali convenzionati, quindi senza comportare nessun costo aggiuntivo per l’amministrazione. Le iniziative, pensate e organizzate per coloro che trascorreranno l’estate in città, con un’attenzione particolare ai minori seguiti dalla rete dei servizi sociali, si svolgeranno nelle sedi dei servizi del welfare cittadino, nei parchi, negli stabilimenti balneari, nelle piazze e per le strade.

“Sappiamo bene che molte famiglie restano in città durante i mesi estivi e per noi è un dovere prenderci cura di queste, con particolare attenzione per i bambini e gli anziani - dichiara il sindaco Antonio Decaro -. In questi mesi abbiamo creato un vero e proprio gruppo di lavoro che vede coinvolte istituzioni ed esperti impegnati sul territorio ogni giorno, come gli operatori dei centri, le strutture che costituiscono il welfare comunale e le associazioni che a tutti gli effetti lavorano e si prendono cura dei nostri cittadini. Tutti i bambini hanno diritto di vivere l’estate in spensieratezza e il nostro obiettivo è proprio quello di offrire loro momenti di svago, di socialità e di festa pur restando in città. Queste iniziative assumono un valore ancora più importante perché arrivano soprattutto nei quartieri periferici della città dove, con la fine delle scuola, si rischia di avere uno sfilacciamento dei rapporti sociali ed uno scarso controllo sulle attività quotidiane dei minori, da cui noi non dobbiamo assolutamente distogliere la nostra attenzione”.

“Questa iniziativa - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - si aggiunge al lavoro che operatori, pedagogisti, psicologi ed esperti sulla genitorialità impegnati nei servizi del welfare svolgono quotidianamente nei centri socio-educativi e nei centri aperti polivalenti per minori, nella biblioteca di parco 2 Giugno, nei reparti pediatrici degli ospedali nei municipi ma anche per le strade e nelle piazze di tutti i quartieri di Bari. Grazie ad interventi mirati abbiamo coinvolto, solo nell’ultimo anno, circa 15.000 persone tra bambini, adolescenti e le loro famiglie. Bari Social Summer nasce dal lavoro sinergico e partecipato tra la rete delle realtà del privato-sociale e dell’associazionismo per offrire, nonostante i tagli dovuti alla spending review, occasioni di svago educativo durante il periodo estivo, favorendo il confronto tra minori provenienti da quartieri diversi, di età e nazionalità differenti, e portatori di abilità ed esperienze varie. Con i municipi, inoltre, presenteremo nei prossimi giorni un ulteriore progetto dedicato a bambini con maggiori fragilità e abilità differenti, in aggiunta a quanto già previsto.
I 100 eventi distribuiti nei mesi estivi attraverseranno la nostra città aggiungendosi alle attività che abbiamo previsto per il mondo della terza età. In questo modo intendiamo aggregare tante persone con l’auspicio di aumentare la partecipazione rispetto allo scorso anno, durante il quale sono stati coinvolti oltre 2.000 minori e circa 1.900 adulti, e con la consapevolezza che una città può crescere partendo dalla cura dei bambini, dalla loro fantasia e dalla loro capacità di resilienza”.

Quest’anno le attività sono suddivise in laboratori, attività ludiche e di animazione, gite/escursioni, feste ed eventi cittadini. Tante sono anche le novità organizzate e dedicate a bambini e adolescenti: dalla rassegna di raccontastorie animati e di animazione alla lettura per i bambini ricoverati nei reparti pediatrici cittadini alle attività ludiche sulle spiagge, nei parchi e nei centri sportivi; dai laboratori di Pet therapy ai Ludobus per minori italiani e migranti, senza dimenticare gli orti urbani, i laboratori di giardinaggio e le attività di educazione allo scambio di oggetti e di riciclo sartoriale e manipolativo. Ma in cartellone anche tante attività mirate per gli adulti: dai laboratori sartoriali a quelli artistico-espressivi intergenerazionali, dalle iniziative per il benessere psicofisico delle donne alla sartoria creativa per dar vita a costumi tradizionali popolari, dalle escursioni turistiche in bicicletta alle passeggiate ecologiche fino a Lama Balice.