Martedì, 12 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Io sono Mateusz', nelle sale cinematografiche una storia di amore e di speranza

Per la critica "Un film meraviglioso che merita i più alti riconoscimenti"

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 12/03/2015 da Redazione
In uscita da oggi nella sale italiane "Io sono Mateusz", film polacco scritto e diretto da Maciej Pieprzyca, distribuito da Corrado Azzollini per Draka Distribution, la prima ed unica distribuzione pugliese. Il film, basato su una storia vera, ha già trionfato nei maggiori Festival in giro per il mondo: ha vinto infatti tutti i principali riconoscimenti ai Polish Film Awards 2014 e diversi premi al 36° Festival des Films du Monde di Montreal e al 49° International Film Festival di Chicago.
Al centro della storia è Mateusz, affetto da una grave paralisi cerebrale, diagnosticata come ritardo mentale, quindi ostacolo insormontabile alla comunicazione del bambino con il resto del mondo. Dopo 26 anni si scoprirà che Mateusz è perfettamente in grado di intendere e di volere.
Io sono Mateusz è un film per tutti, intenso e molto toccante, giustamente affiancato dai critici a "Il mio piede sinistro" con Daniel Day Lewis e a "Lo scafandro e la farfalla" con Mathieu Amalric, benché l'opera di Pieprzyca abbia una propria intenzione ed un proprio respiro.
Lo straordinario attore protagonista, Dawid Ogrodnik, stella nascente del panorama artistico internazionale, è considerato ad oggi uno degli attori più talentuosi della Polonia. Ha solo 28 anni ma ha già conquistato il pubblico e la critica riscuotendo un enorme successo, non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti. Nel 2014 infatti, per la sua splendida interpretazione in Io sono Mateusz– film che ha conquistato innumerevoli riconoscimenti nei più prestigiosi Festival internazionali – ha vinto il premio come Miglior Attore Protagonista ai Polish Film Awards, al New York Polish Film Festival, al Seattle International Film Festival e al Golden Linden International Film Festival of New European Cinema, tanto che la sua performance è ritenuta una delle più riuscite ed acclamate del cinema polacco degli ultimi anni.
La sua ascesa continua fino a Los Angeles, con il film Ida, vincitore agli Oscar 2015 come Miglior Film Straniero.