Sabato, 29 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Dab 2016: parte mercoledì la stagione di danza contemporanea del Comune di Bari

E intanto per il pubblico che vuole andare in scena è in corso l’open call per essere AMLETO con Collettivo Cinetico

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 11/01/2016 da Redazione

Si apre dopodomani mercoledì 13 gennaio a Bari-Teatro Kismet (ore 21.00) con una prima nazionale, la stagione di danza contemporanea del Comune di Bari curata dal Teatro Pubblico Pugliese e in collaborazione con Teatri di Bari (Teatro Kismet OperA e Nuovo Teatro Abeliano). “Comme les douches dans les motels”,Come le docce nei motel, in scena la Compagnia di Ezio Schiavulli, opera forte del sostegno di quattro centri coreografici francesi, e qui in Puglia con il Tpp, il Treatta di Bitonto e i Teatro di Bari/Kismet, una creazione coreografica sui meccanismi di isolamento.Una prospettiva sulla difficoltà dell'individuo di vivere la propria indipendenza/solitudine, causa di disagio o di libertà. Estrapolando dalla folla umana, l’essenza frenetica dell’essere. Evidenziando il legame tra la solitudine, le passioni del corpo e i pensieri ossessivi, portando al ripiego di se su se stessi...che la solitudine ne sia la causa o conseguenza.Due danzatori, sostenuti da una ricostruzione dello spazio dal video-mapping e dal suono.

Dab, dal 13 al 19 gennaio, poi spettacoli a marzo e ad aprile.

Emio Greco, CollettivO CineticO, Compagnia Zappalà danza, il progetto vincitore del premio CollaborAction#2, Daniele Ninarello, e i due giovani autori promossi dal network Anticorpi XL, Manfredi Perego e il barese Gabriele Valerio (al Kismet), e al Nuovo Teatro Abeliano, olltre Sinespazio, della barese Carmen De Sandi, una rassegna nella rassegna in collaborazione con Altradanza di Domenico Iannone: “ESPLORARE_generazione contemporanea”, con cinque coreografie, il Moliere imaginaire di Altradanza, l’Aterballetto e Michele Di Stefano, Loris Petrillo, le influenze folk di Linda Magnifico. Poi la novità assoluta, all’Abeliano, del ciclo di conferenze a cura di ricercatori, antropologi, docenti, formatori e critici di danza: Francesca Bernabini, Massimiliano Craus, Giovanna Curati, Marinella Guatterini, Giordano Marmone. Torna anche DAB kids, la sezione dedicata ai più piccoli, con una produzione di Equilibrio dinamico di Roberta Ferrara.

Da segnalare in questo programma 2016, il ritorno a Bari di Emio Greco (produzione sostenuta, come quella di Linda Magnifico, da fondi FSC, con la virtuosa capacità del Tpp di interagire e far funzionare meccanismi di compartecipazione tra Enti e fondi di sostegno). 

Il 6 e 7 aprile con due coreografie a firma sua, artista di origini brindisine, e di Pieter C. Scholten, “Rocco” e “Double pointes: Verdi”.

Tra le curiosità, Francesca Pennini di Collettivo Cinetico rivoluzionerà, quantomeno renderà dinamico, il rapporto col pubblico, e non solo nel chiuso di un teatro. Un dispositivo coreografico interattivo che permette al pubblico di determinare i movimenti dei performer.Gli spettatori hanno a disposizione una particolare tastiera per guidare tre ragazzi bendati alla mappatura del luogo tramite una mazza da baseball. 

 Prosegue poi, come si diceva,  l’attività di formazione del pubblico, specializzazione e approfondimenti. LAB-DAB è un ciclo di masterclass e focus intensivi coordinati dalla Compagnia AltraDanza  diretta da Domenico Iannone, tenuti dai principali coreografi ospiti della rassegna DAB16 rivolti alle scuole di danza del territorio con l’obiettivo di farle divenire “partecipanti attivi” della rassegna.

LAB-DAB mira a mettere in relazione diretta le scuole di danza con importanti autori italiani per un primo e reale approccio alle scene da parte degli allievi che saranno i futuri danzatori.

Terranno le masterclass: Francesca Pennini, Roberto Zappalà, Daniele Ninarello, Domenico Iannone, Loris Petrillo, Michele Di Stefano, Linda Magnifico, Carmen De Sandi. Da citare la collaborazione del progetto LIBERO CORPO di Bisceglie, a cura di Sistema Garibaldi e della Compagnia Menhir diretta da Giulio De Leo.

 Grazie a DAB si potrà scegliere un abbonamento trasversale per otto (8) spettacoli, prima idea e sperimentazione di accesso tra poetiche e proposte. Due titoli fissi (Umberto Orsini e Songs of Lear con uno spettacolo a scelta nel cartellone DAB, ed uno a scelta tra tutti gli spettacoli di prosa di Abeliano e Kismet).

Biglietti a 12, 8 e 5 euro. Disponibili forme di abbonamento anche trasversale con spettacoli di prosa nei teatri coinvolti. Biglietti disponibili anche online su bookingshow.

E intanto a Bari è in corso l’open call per essere AMLETO con Collettivo Cinetico. Vuoi essere Amleto? (Vedi comunicato in allegato).