Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Flashes in Puglia': ad Ostuni prosegue la rassegna di cortometraggi internazionali

Saranno presentati cortometraggi di registi provenienti da 12 Paesi e un focus sul tema dell’emigrazione

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 10/06/2016 da Redazione

Domani 11 giugno a partire dalle ore 19.00 ad Ostuni è in programma la seconda giornata di Flashes in Puglia, rassegna di  cortometraggi italiani ed internazionali promossa da Regione Puglia – Assessorato Industria Culturale e Turistica, Comune di Ostuni, Apulia Film Commission – Circuito D’Autore, DokuFest/Corners e Slowcinema (Ingresso gratuito informazioni slowcinemacinemaostuni@gmail.com). La rassegna, dedicata al cinema internazionale, propone una selezione di cortometraggi, realizzati da registi provenienti da 12 Paesi, che affrontano numerose tematiche ma che trovano una radice comune sul tema dell’emigrazione. Tutti i cortometraggi - che spaziano dal documentario all’animazione e sono stati premiati in importanti manifestazioni del calibro del Sundance Film Festival, Festival del cinema di Venezia, Festival di Cannes e Berlino - sono stati scelti tra il vasto programma di DokuFest, festival internazionale di documentari e cortometraggi del Kosovo, partner di Corners, progetto supportato dal programma EU/Creative Europe 2014-2018 nato per consentire lo scambio culturale superando le divisioni geografiche, politiche ed economiche. Alla selezioneinternazionale è affiancata una sezione di cortometraggi italiani a cura di Apulia Film Commission. Il programma di sabato 11 giugno prevede, alle ore 19.00 e alle ore 21.30 presso Slowcinema, la proiezione di Ballkoni regia Lendita Zeqiraj (Kosovo, 2013), the chicken regia Una Gunjak (Germania/Croazia, 2014), City Of Cranes regia Eva Weber (Gran Bretagna 2006), Rabbitland regia Nikola Majdak, Ana Nedeljković (Serbia, 2013), Incident By A Bank regia Ruben Östlund (Svezia 2009), 200 000 Phantoms regia Jean-Gabriel Perriot (Francia, 2007), Our Bride regia Nita Deda, Yll Qitaku (Kosovo, 2011). A seguire la proiezione dei cortometraggi italiani con Il Vento È Cambiato di Irvin Mucaj e Massimo Federico ( 2008, Italia), Giardini Di Luce di Lucia e Davide Pepe (2009, Italia), Lutto Di Civiltà di Pierluigi Ferrandini (Anno 2010, Italia),Child K di Roberto De Feo e Vito Palumbo (Anno 2014), Nuvola di Giulio Mastromauro (Anno 2015).



loading...