Venerdì, 26 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, il Bifest compie dieci anni: grande spettacolo con Ennio Morricone, Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea. VIDEO

Un programma ricchissimo per celebrare al meglio il decennale di uno dei festival del Cinema più seguiti in Italia

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 10/04/2019 da Giuseppe Bellino

Un programma ricchissimo, pensato per celebrare al meglio il decennale di uno dei festival del cinema più seguiti in Italia. Tutto pronto per il Bifest 2019, l’appuntamento internazionale in programma a Bari dal 27 aprile al 4 maggio. Incontri, proiezioni e anteprime cinematografiche si svolgeranno tra i teatri Petruzzelli e Margherita e il Multicinema Galleria.

Si parte sabato 27 aprile con l’arrivo a Bari del maestro Ennio Morricone: il premio Oscar riceverà il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence sul palco del teatro Petruzzelli. A festeggiare il compositore 90enne saranno Nicola Piovani, Gianni Quaranta e Giuseppe Tornatore. Il comune di Bari consegnerà le chiavi della città al premio Oscar dopo la proiezione del film “La migliore offerta”. Il maestro sarà il protagonista di una retrospettiva composta da 42 film  scelti tra gli oltre 520 titoli della sua immensa filmografia.

Nella serata di sabato, sempre al Petruzzelli, in programma la proiezione del film muto “Napoli che canta”, di Leone Roberto Roberti. Le musiche tradizionali saranno eseguite dal vivo da Lina Sastri e dal suo ensemble.

Torna, come di consueto, l’appuntamento con le lezioni di cinema: Paola Cortellesi, Roberto Herlitzka, Valeria Golino, Roberto Andò, Paolo Del Brocco e Valerio Mastrandrea saranno i protagonisti degli incontri che attirano centinaia di studenti e appassionati di cinema. In programma anche sette anteprime internazionali, tra le quali spiccano “Non sono un assassino” di Andrea Zeccariello con Riccardo Scamarcio e Claudia Gerini, e “Il grande spirito”, ultima opera di Sergio Rubini con Rocco Papaleo, Bianca Guaccero e Ivana Lotito.

Durante la settimana verranno presentati 12 film provenienti da tutto il mondo nella sezione “Panorama internazionale”, mentre nel teatro Margherita si terranno i ‘Focus su…’, appuntamenti con gli attori e i registi premiati dalla giuria stabile del Bifest. Franco Montini dialogherà con Matteo Garrone, vincitore del premio per il miglior regista per “Dogman”, Alba Rohrwacher, miglior attrice protagonista per la sua interpretazione in “Troppa Grazia”, Alessandro Gazale, miglior attore protagonista con “Ovunque proteggimi” ed Edoardo Pesce, miglior attore non protagonista per “Dogman”.

Una giuria composta da 30 spettatori analizzerà 15 opere prime e seconde dell’anno e premierà il regista del miglior film, la migliore attrice e il miglior attore protagonista.

Il festival ospiterà anche una retrospettiva dedicata alla casa di produzione “Blumhouse”, fondata da Jason Blum, con sette film horror prodotti negli Stati Uniti. Chiudono il programma la rassegna “Intolercance”, con 14 film che raccontano il tema dell’intolleranza e della violenza, e il terzo appuntamento con “Cinema e scienza” che quest’anno tratterà il tema “acqua, sete e guerre”.

Confermati infine i laboratori di scenografia, costume e regia che si svolgeranno tra il Multicinema Galleria, il castello Angioino e il teatro Van Westerhout di Mola di Bari.  

A chiudere il festival sarà la presentazione in world première del restauro curato dalla Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia del film Polvere di stelle di Alberto Sordi, girato in parte a Bari, e in particolare al Petruzzelli, nel 1973. Verrà presentata la versione integrale di 152 minuti filologicamente ricostruita dal direttore della fotografia Beppe Lanci e dall’ingegnere del suono Federico Savina, con la supervisione della Conservatrice Daniela Currò e di Sergio Bruno.



loading...

Speciale Bifest2019 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet