Martedì, 23 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Lights in love', ad Alberobello arriva la settimana dell’amore

Per sette giorni il rosso dominerà sulle case a cono del Rione Monti e una cascata di cuori colorerà il Belvedere, la Chiesa di Sant’Antonio e il Trullo Sovrano

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 09/02/2019 da Redazione
Foto di Giuseppe Fasano

Tornano ad accendersi le luci sui trulli ad Alberobello per celebrare, per la prima volta, San Valentino e tutti gli innamorati.  Una settimana d’amore dal titolo “Lights…in love” che inizierà lunedì 11 febbraio. Per sette giorni, fino a domenica 17 febbraio, dal tramonto fino a notte fonda, il rosso dominerà sulle case a cono del Rione Monti e una cascata di cuori colorerà il Belvedere, la Chiesa di Sant’Antonio e il Trullo Sovrano.

 

La magia delle luci d’amore renderà speciale febbraio ad Alberobello che si prepara con il solito entusiasmo ad accogliere turisti e visitatori che vorranno ammirare lo spettacolo dell’innovativo “Lights…in love”.  L’evento, sostenuto da ENGIE, azienda che cura il servizio di pubblica illuminazione della Capitale dei trulli, è promosso dall’amministrazione comunale.

“Per la prima volta i trulli si accenderanno anche a febbraio – dice l’assessore al Turismo, Antonella Ivone –. L’evento è una novità assoluta che lanciamo per festeggiare l’amore e gli innamorati nella convinzione che le luci sulle nostre case a cono possono rendere ancora più speciale la nostra Alberobello e regalare grandi emozioni ai nostri visitatori”.

 

“Siamo felici di essere vicini agli abitanti di Alberobello in questa nuova iniziativa dedicata alla città e ai suoi abitanti - ha commentato Fabrizio Di Battista, Direttore Area Adriatica-Sud di ENGIE Italia - Iniziativa all’insegna della luce e dell’energia, al fianco di un’amministrazione lungimirante, attenta ai bisogni della comunità e che vede nell’efficienza energetica un asset imprescindibile in grado di migliorare la vita delle persone e salvaguardare, allo stesso tempo, l’ambiente”. 



loading...