Mercoledì, 13 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Al via la sesta edizione del Festival dell’Arte italiana in Russia 'Suggestioni di Puglia'

Antonio Diodato, il quartetto Colfischiosenza e il duo Folksong a I giardini invernali dell’Arte, dal 10 al 13 dicembre, a Mosca e Dmitrov.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 08/12/2015 da Redazione

 Due Paesi, legati da affinità culturale e da un indissolubile rapporto spirituale che li unisce da sempre, si incrociano ancora una volta grazie all'arte e alla cultura.

Il Festival dell'arte italiana: “Suggestioni di Puglia” presenta la sesta edizione de “I giardini invernali dell'arte” a Mosca e a Dmitrov dal 10 al 13 dicembre. L’evento, promosso dal CESVIR (Centro Economia e SViluppo Italo-Russo) in collaborazione con la Direzione dei Programmi Internazionali e il Ministero della Cultura della Federazione Russa, insieme agli eventi di arte russa che si svolgono a Bari nel mese di maggio, rappresenta un baluardo di grande spessore artistico e culturale nel panorama delle relazioni bilaterali tra i due Paesi.

A rappresentare la Puglia in questa edizione ci saranno il cantautore Antonio Diodato, il Duo Folksong - Francesco Palazzo (fisarmonica) e Tiziana Portoghese (voce) e il quartetto Colfischiosenza - Francesco Bianco (voce e chitarra), Andrea Campanella (clarinetto e sax), Stefano Scagliuso (pianoforte), Massimo Bonuccelli (contrabbasso).

Una opportunità per gli artisti pugliesi di incontrare un pubblico internazionale attento e sensibile all’arte italiana. Un viaggio itinerante di virtuosi della musica che, partendo da Bari, Putignano e Taranto porterà nella capitale russa e nella vicina Dmitrov il calore dell'attraente terra pugliese.

“Questa sesta edizione - spiega il Direttore Generale del Centro Economia e SViluppo Italo-Russo (CESVIR) Rocky Malatesta – ha per noi un valore molto particolare. In questo momento in cui si vivono quotidianamente attimi di tensione per le note vicende legate al terrorismo islamico, proseguire nell’opera di costruzione di un ponte culturale e relazionale tra due grandi Paesi come la Russia e l’Italia, è motivo per tutti noi di grande orgoglio”.

“Siamo pertanto davvero grati ai nostri partner russi – continua Malatesta - per aver sostenuto e organizzato ancora una volta questa missione e apprezziamo molto l’entusiasmo con il quale tutti gli artisti pugliesi hanno accolto il nostro invito. Altresì non possiamo non constatare come l’amministrazione della Città di San Nicola, che tanto ha operato negli anni passati per la valorizzazione di questo progetto e per il rafforzamento delle relazioni istituzionali ed economiche bilaterali, sia ormai lontana da tutti i processi non solo di sviluppo, ma anche di mantenimento di quanto sino ad oggi faticosamente costruito nell’ambito dello straordinario patrimonio spirituale e storico che lega la Città di Bari al mondo ortodosso dell’Est Europa e della Russia in particolare”.

Il CESVIR organizzerà per il giorno 17 dicembre a Bari (data e luogo da confermare) al rientro da Mosca una conferenza stampa nella quale verranno presentate le attività svolte durante il festival. Presenzieranno, oltre gli organizzatori e i partner locali sostenitori del festival (Grotte di Castellana, Hotel Palace e Ristorante Giampaolo di Bari), anche le autorità religiose del Patriarcato di Mosca, che proprio quel giorno arriveranno a Bari per accompagnare centinaia di pellegrini in occasione della festività ortodossa di San Nicola prevista il 19 Dicembre.