Lunedì, 19 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Festival 'Del Racconto il Film', a Bari l'ultimo appuntamento nell'istituto penale per i minorenni

Il festival, unico nel suo genere, unisce la passione per i libri a quella per il cinema, ma a rendere tutto ancora più interessante è la scelta dei temi da affrontare

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 08/07/2019 da Redazione

Ultimo appuntamento in un istituto penale per questa decima edizione del  Festival di Cinema&Letteratura "Del Racconto, il Film", organizzato dalla cooperativa sociale "I bambini di Truffaut" sotto la direzione artistica del giornalista e scrittore Giancarlo Visitilli.

Il festival, unico nel suo genere, unisce la passione per i libri a quella per il cinema, ma a rendere tutto ancora più interessante è la scelta dei temi da affrontare: tutti di carattere sociale. Perché l'obiettivo della rassegna è dare nuovi spunti di riflessione e raccontare le tante sfaccettature della vita. Da qui anche la scelta di proiettare negli istituti penali, per includere ogni tipo di pubblico e per guardare il mondo da più punti di vista.

Per l'ultima proiezione nell'Istituto Fornelli di Bari, organizzato in collaborazione con l'ufficio del Garante regionale dei Diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, martedì 9 luglio alle 15,30 è stato scelto di proiettare il film "Senza lasciare traccia" di Debra Gronik. La regista americana nel suo ultimo film affronta il rapporto intenso tra padre e figlia, e dalle inevitabili divergenze tra i due, a seguito di un evento, un cambio forzato di residenza, che li porterà a cambiare drasticamente le loro vite. Lui, incapace di integrarsi in società, lei invece, incuriosita e desiderosa di vivere una nuova vita.  

 

Per la decima edizione il Festival di Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film presenta alcune novità: anticipato da una serie di incontri pre-festival in programma nelle piazze dei comuni aderenti alla "rete del Festival", arriva al cuore della rassegna dal 18 al 21 luglio a Mola di Bari, proprio nella città in cui è nato.  Inoltre è stato introdotto un concorso: 8 film e 5 libri gareggeranno per essere eletti "Miglior film" e "Miglior libro", nell'ambito di 3 diverse sezioni: I quattrocento colpi (film di carattere prettamente sociale); La terra vista dalla luna (film di carattere generale) Non ci resta che leggere (letteratura), da parte delle tre

giurie presenti: una popolare e due di esperti – una di Cinema presieduta dall'attrice Francesca Inaudi e una di Letteratura presieduta dalla scrittrice Nadia Terranova

Per il secondo anno, poi, il festival ritorna nelle carceri a Turi, Bari e Trani per coinvolgere ogni tipo di pubblico.

La manifestazione è patrocinata da Regione Puglia (Assessorato all'Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali), Città Metropolitana, Comuni di Bari, Bitonto, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, Garante regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, Garante regionale dei diritti del minore, dell'infanzia e dell'adolescenza, Coop Alleanza 3.0., Carcere femminile di Trani, Carcere di Turi, Istituto penale per i minorenni di Bari.  Con il sostegno di Fondo speciale cultura e patrimonio culturale L.R. 40/2016 – Art. 15, comma 3 della Regione Puglia e Piiil Cultura Puglia. Con la collaborazione di Notte bianca dei Giovani di Mola di Bari. Partner: Apulia FilmCommission, associazione La Giraffa onlus, Caritas Bari-Bitonto, Save the Children, Agedo Puglia-sezione Bari, Unicef, Ordine dei Giornalisti di Puglia, Lo Scrittoio, Sindacato SNCCI sindacato critici cinematografici italiani di Puglia.



loading...