Martedì, 7 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il festival 'Del Racconto, il Film' fa tappa a Polignano: Lombardi e Striano presentano 'Teste Matte'

A seguire le proiezione in anteprima del corto “Shoes” e il film “Vieni a vivere a Napoli"

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 07/07/2016 da Redazione

Il Festival di Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film ha inaugurato la sua nuova location sul lungomare Domenico Modugno di Polignano a Mare per quattro appuntamenti promossi da Apulia Film Commission,  in collaborazione con Del Racconto, il Film, per Il libro possibile. Venerdì 8 luglio per l’appuntamento Del Racconto, l’accoglienza Guido Lombardi e Salvatore Striano presentano “Teste Matte” (Chiarelettere 2015), un romanzo duro che racconta la storia di una gang criminale nata nei Quartieri Spagnoli di Napoli alla fine degli anni '80 e di cui lo stesso Striano era un membro di spicco. A seguire la proiezione in anteprima del corto “Shoes” di Domingo Bombini e Leonardo Gregorio, e del film “Vieni a vivere a Napoli” di Guido Lombardi, Francesco Prisco, Edoardo De Angelis. Modera Michela Ventrella.

“Tutti possiamo morire. Ogni giorno. Ma non tutti viviamo con questo pensiero. Non tutti pensiamo che ogni volta che mettiamo il piede fuori di casa possiamo essere uccisi. La nostra storia è cominciata quasi per gioco una mattina di trent’anni fa. A nove anni e già orfani dell’innocenza”. Sono le parole di Salvatore Striano, Sasà, autore del romanzo “Teste matte” (Chiarelettere), scritto a quattro mani con il regista Guido Lombardi.  L’ex “testa matta”, oggi attore e scrittore di successo, in questo romanzo racconta la sua vita nei Quartieri Spagnoli di Napoli, le dinamiche che portano un giovane a cadere nella rete della camorra, il sistema di dominio dei boss sulla povera gente. Striano ha lavorato con Matteo Garrone per “Gomorra”, con i fratelli Taviani per “Cesare deve morire”, con Guido Lombardi per “Take Five”, e ancora Marco Risi, Abel Ferrara e Ascanio Celestini.

A seguire sarà proiettato il cartone animato “Shoes”, dedicato al tema dell’immigrazione e realizzato dagli studenti della scuola Dante Alighieri di Casamassima, nell’ambito del progetto L’edificio della memoria. Intervengono gli autori Domingo Bombini e Leonardo Gregorio e i due poliziotti protagonisti, Francesco Leone e Francesco Martino. 

La seconda parte della serata sarà dedicata alla visione di “Vieni a vivere a Napoli” di Guido Lombardi, Francesco Prisco, Edoardo De Angelis, con Massimiliano Gallo, Gianfelice Imparato, Miriam Candurro, Giovanni Esposito, Antonio Casagrande, Valentina Lapushova. Il film, proiettato in anteprima al "Bif&st 2016”, è composto da tre racconti che disegnano un moderno manifesto del cinema partenopeo stemperato nei toni della commedia. Un omaggio all’intera città, vista come capitale dell’accoglienza e dell’integrazione multietnica. Una città abitata da un popolo tradizionalista che incontra culture diverse. Tre storie, tre visioni diverse, tre registi, un unico film.