Sabato, 11 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Contempo', dal 7 al 9 Luglio a Conversano concerti e mostre di arte contemporanea

Grandi nomi dell’arte contemporanea ed esclusivi live di jazz ed elettronica

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 05/07/2017 da Redazione
Esposizioni artistiche di alto livello, il centro storico adibito a “museo a cielo aperto” grazie al lavoro degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari (partner dell’evento), tre concerti per chi ama il fascino del jazz ed il carisma dell’elettronica. Dal 7 al 9 Luglio a Conversano arriva Contempo, evento dedicato all’arte contemporanea e alla ricerca musicale, a cura di Valentina Iacovelli, artista, che a sua volta esporrà nei locali del Monastero di San Benedetto, sede dell’evento. Il tema di quest’anno è il come del tempo: non il troppo tardi, né il troppo presto. Non il momento delle cose, ma come si sviluppano le cose.
Questi tre giorni sono il risultato dell'interazione tra gli artisti, il nostro patrimonio architettonico ed il pubblico. Vivere il patrimonio artistico del territorio, “sfruttarlo”, usufruirne per portarci dentro arte contemporanea, ricerca musicale e installazioni digitali. Vivere con i piedi nella storia, anche quella più antica, e con gli occhi rivolti a sperimentazioni artistiche e musicali. Tutto questo, tra le altre cose, è Contempo. Non un semplice festival, ma un contenitore di proposte nuove e accuratamente pensate.
L’evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Conversano, SAC -Mari tra le Mura-, a Corte d’Estate, Accademia di Belle Arti di Bari e con la partecipazione di Banca di Credito Cooperativo di Conversano.

I CONCERTI

Il calendario degli eventi musicali prevede per il 7 Luglio l’evento ufficiale di lancio del noto Locus Festival, con il DJset del duo “Nu Guinea”, napoletani ma berlinesi di adozione, noti per aver inciso un disco con Tony Allen, batterista maestro dell’Afrobeat. La loro elettronica si ispira al soul caldo dei suoni mediterranei e a quelli più distinti della obscure disco (monastero di San Benedetto, 21.30). L’8 Luglio si viaggerà invece con i suoni tradizionali ed avanguardisti del #Jazz, con il contrabbasso di Marco Bardoscia. La formula del live “Tutti Solo” si basa esclusivamente sul suono acustico dello strumento (sagrato della Cattedrale, 21.30). L’evento finale, di grande importanza, è il LIVE di Superpoze, tra i più apprezzati talenti dell’elettronica francese, che ha suonato al Palais de Tokyo di Parigi e al Montreux Jazz Festival. Quella di Conversano (9 Luglio) è la prima e unica data italiana del tour di presentazione di “For We The Living”, suo ultimo disco ispirato a letture, film e opere (Jeff Nichols, Lars Von Trier...) che parlano di disastri naturali.

LE MOSTRE DI ARTE CONTEMPORANEA

Esporranno gli artisti Barbara Salvucci, allieva di Enzo Brunori, la cui opera “Di-segni” (realizzata con la china) riprende il fenomeno migratorio degli uccelli. Il suo scopo è quello di creare un viaggio tra le leggerezze del segno grazie all’esaltazione di un processo che, tra la regola e il caso, mira a perdersi tra i flussi vivaci e inarrestabili del quotidiano.

I manichini di Francesco D'Incecco , invece, sono la “Generatio Aequivoca”: maldestri, sorpresi in piccole vacanze, disattenti e fuggevoli, assenti da sé, le sagome realizzate dall’artista fanno letteralmente parte di un circo alla rovescia: l’equilibrismo è nella stasi, non nel movimento: non è più l’inanimato a farsi copia dell’animato, piuttosto entrambi inseguono il gioco vano dell’esistenza.

Gaia Scaramella è l’ideatrice di “Mario”, frutto di una ricerca tra tecniche sperimentali di incisione e di pittura che l’ha portata a scomporre e ricomporre oggetti, opere e memorie, creando nuove dimensioni percettive e inediti piani di lettura.
Sculture di stoffa e lamiere, video installazioni e fotografie (che spesso raccontano e si ispirano al territorio pugliese): novità assoluta di questa terza edizione di Contempo è l’esposizione diffusa, una vera e propria mostra a cielo aperto per le strade del centro storico di Conversano, curata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari (Angelica Giovinazzi, Aurora Avvantaggiato, Daniela Giglio, Maria Maggi, Serena Semeraro, Paolo Notaristefano).