Lunedì, 18 Ottobre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

San Nicola 2017, ecco tutti gli eventi a partire dal 6 maggio: attesa per il corteo storico e il ritorno delle frecce tricolore

Si comincerà nel pomeriggio di sabato con attività dedicate ai bambini e animazione in diversi luoghi della città. Alle 19 la rievocazione dello sbarco delle ossa del Santo

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 04/05/2017 da Redazione

Entrano nel vivo i preparativi degli eventi in programma nei giorni clou della festa di San Nicola, che quest'anno vedrà l'atteso ritorno dello spettacolo acrobatico delle Frecce Tricolore.

Quest'anno, per la seconda volta, i festeggiamenti avranno inizio il 6 maggio. Si comincerà nel pomeriggio con attività dedicate ai bambini e animazione in diversi luoghi della città vecchia: dalle ore 18 largo Albicocca, la terrazza del Fortino Sant'Antonio, largo Annunziata e piazza Odegitria ospiteranno letture, danze, laboratori creativi e artistici, piccoli eventi teatrali e canti della tradizione russa.

Mentre alle ore 19, al molo San Nicola, sarà inscenato lo sbarco delle ossa di San Nicola. Dal molo un corteo composto da marinai, popolani, banditori e timpanisti attraverserà Bari vecchia con le reliquie del Santo fino a raggiungere, alle 23 circa, la chiesa di San Michele dove si rievocherà la presa in consegna delle ossa da parte dell'Abate Elia.

Gli eventi e il corteo del 6 maggio intendono coinvolgere cittadini e turisti facendo loro vivere l'atmosfera della festa nicolaiana e crescere l'attesa per il corteo storico in programma, come di consueto, la sera del 7 maggio.

Domenica 7 maggio, dopo la processione con il quadro del Santo a San Giorgio, il corteo, la cui direzione artistica quest'anno è affidata alla danzatrice e coreografa Elisa Barucchieri, si apre alle ore 20.30 al Castello svevo con una videoproiezione di animazioni, realizzate con la sabbia a cura dell'artista Nadia Ischia, che fino a mezzanotte sarà trasmessa senza sosta sulle mura del castello. Le evoluzioni dei danzatori aerei dialogheranno con il corteo e si svolgeranno lungo tutto corso Vittorio Emanuele, anche al termine del passaggio dei figuranti, mentre un ulteriore momento di danza aerea è previsto, in contemporanea con la consegna dell'effigie del Santo, sulla piazza della Basilica di San Nicola dove lo spettacolo sarà introdotto da una seconda proiezione, nata da un'idea di Elisa Barucchieri.

La novità di quest'anno è rappresentata dalla partecipazione dell'attrice Elena Sofia Ricci che accompagnerà con la sua voce la rievocazione della traslazione delle ossa del Santo, sulle note delle musiche originali composte da Stefano Mainetti. Autrice dei testi delle narrazioni è Selene Favuzzi.

Nella stessa giornata di domenica 7 maggio, dalle ore 16.30, i cieli del lungomare saranno scenario delle prove della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolore, che alle ore 20 sarà ricevuta dal sindaco Antonio Decaro a Palazzo di Città. In quella circostanza il primo cittadino consegnerà al capo squadra un omaggio a nome della città di Bari.

Lunedì 8 maggio l'attesa esibizione degli acrobati dell'Aeronautica che voleranno nei cieli del lungomare Nazario Sauro, a partire dalle ore 16.30.

Lunedì 8 e martedì 9 maggio, al termine delle celebrazioni religiose, dalle ore 22 il suggestivo spettacolo dei fuori pirotecnici che verranno esplosi dal molo Sant'Antonio.

Il programma di queste giornate si aggiunge a quello della sagra di San Nicola curato dalla Basilica Pontificia in collaborazione con il Comitato festa patronale Sa Nicola disponibile a questo link.

Di seguito, nel dettaglio, il programma degli eventi del corteo

 

VENERDÌ 6 MAGGIO

 

Dalle ore 18.00 di venerdì 6 maggio la città vecchia sarà animata da diversi eventi pensati per coinvolgere i cittadini.

 

Largo Albicocca diventerà un luogo dedicato a bambine e bambini con le letture ad alta voce di Gigi Carrino. Partendo dalla storia di San Nicola, saranno esplorati gli albi illustrati per ragazzi coinvolgendo i piccoli ascoltatori in storie e leggende.

La coreografa e ricercatrice di danze antiche Marcella Taurino, grazie ad un gruppo di danzatori, farà rivivere l'atmosfera della gioia popolare con danze ispirate al Medioevo, coinvolgendo anche il pubblico.

Inoltre, saranno realizzati laboratori di origami e decorazione dei sacchetti del pane a cura degli alunni dell'Istituto Comprensivo Statale Umberto I - San Nicola.

Invece, Coop Alleanza 3.0 sarà presente con laboratori didattico-creativi dal titolo "Il Grano dei Miracoli".

 

Sulla Terrazza del Fortino Sant'Antonio, con la collaborazione di Artemisia, la serata sarà dedicata alle leggende e ai miracoli di San Nicola attraverso una rappresentazione teatrale dal titolo "Si racconta che.....i Miracoli di San Nicola..." per la regia di Enzo Strippoli, con Gabriella Altomare, Davide De Marco, Antonio Repole.

Il pubblico sarà accolto da un "cerimoniere di corte" che lo condurrà verso piccole postazioni, dove si riprodurrà il racconto teatrale di leggende e miracoli come tradizione vuole, riportando anche aneddoti e racconti inediti della letteratura relativa al Santo Patrono di Bari. Il tutto accompagnato da una colonna sonora adeguata.

 

In Largo Annunziata il Centro Anspi S. Annunziata, associazione di volontariato che si occupa del sostegno scolastico e del recupero sociale dei minori a rischio, realizzerà un laboratorio d'arte e design a cura di Maria Pierno con l'utilizzo della malta di geris.

Gli allievi dell'Istituto Professionale Statale per l'Industria e l'Artigianato "Luigi Santarella" di Bari illustreranno il percorso narrativo "Naviganti, santi ed eroi: il viaggio della traslazione" realizzato per "quadri scenici", nel quale si fa riferimento alle vicende legate alla traslazione delle reliquie del Vescovo di Myra, Nicola, avvenute nel 1087 ad opera di marinai, mercanti e patrizi baresi.

 

In piazza Odegitria (Cattedrale San Sabino) l'associazione di cultura italo-russa "Raduga", che promuove i rapporti culturali con i popoli appartenenti agli Stati dell'ex Unione Sovietica, presenterà un genere tradizionale popolare, che si chiama "ciastuski", nome dei piccoli componimenti allegri, solitamente di quattro strofe ritmate. È un genere folkloristico unico dell'arte russa popolare. Sono canti che venivano utilizzati nei tradizionali percorsi durante le feste. Si cantavano con la balalaika, con la fisarmonica, ma anche senza accompagnamento musicale.

Canteranno i bambini-bilingue dell'Associazione con i costumi tradizionali.

 

Il programma

 

Alle ore 19 al Molo San Nicola avrà inizio la messa in scena dello sbarco delle ossa di San Nicola. La rievocazione sarà curata dall'attore Francesco Ocelli, con la partecipazione dell'Associazione I figuranti di San Nicola, dei timpanisti e degli sbandieratori dell'Associazione Militia Sancti Nicolai. Saranno presenti anche gli alunni dell'Istituto Comprensivo Statale Umberto I – San Nicola – Bari, l'Associazione "Marinai della traslazione" e i Pescatori del Molo San Nicola.

Un gruppo di uomini vestiti da popolani dell'epoca saranno affiancati da altri in vesti da soldato normanno. Attenderanno un gozzo che giungerà dal mare con a bordo uomini in abiti da marinai con le reliquie del Santo. Subito dopo, un corteo composto da marinai, popolo, banditori e timpanisti porterà a Bari vecchia le reliquie. I protagonisti delle animazioni nel borgo antico si uniranno ai marinai annunciando alla cittadinanza il Corteo dell'indomani.

 

Il corteo partirà alle ore 19.30 e terminerà alle ore 23 circa presso la chiesa di San Michele, dove si rievocherà la presa in consegna delle ossa del Santo da parte dell'Abate Elia.

 

Dalle ore 18.00 sino a fine manifestazione si potrà ammirare l'esposizione dell'arte del pane curata dall'Associazione Panificatori della Provincia di Bari negli spazi animati in Largo Albicocca e in Largo Annunziata, e nelle seguenti attività commerciali: Forno Santa Teresa, Santa Teresa Dei Maschi - Panificio Fiore, strada Palazzo Di Città, Forno Santa Rita, strada Boccapianola.

 

Il percorso

 

Il corteo del 6 maggio si snoderà lungo il seguente percorso: Molo San Nicola, lungomare Araldo Di Crollalanza, piazza del Ferrarese, piazza Mercantile, strada De Gironda, S. Teresa Dei Maschi, strada Incuria, via Jacopo Calò Carducci, strada S. Gaetano, strada. Amenduni, strada dei Gesuiti, vico Gesuiti, strada Palazzo di Città, piazzetta S. Anselmo, strada San Marco, strada Delle Crociate (Strada del Carmine), strada Arco Spirito Santo, largo Annunziata, vico Forno Santa Scolastica, S. Maria del Buon Consiglio, piazza San Pietro, strada Santa Teresa Delle Donne, via Pier L'eremita, strada Santa Chiara, strada San Luca, strada Delle Crociate, piazza Odegitria, piazza Federico II Di Svevia, strada Arco Alto, strada Casamassima, largo Albicocca, strada Di Bianchi Dottula, strada Boccapianola, via Benedetto Petrone, corso Vittorio Emanuele, strada De Gironda, Chiesa di San Michele.

 

 

DOMENICA 7 MAGGIO

 

Accanto al tradizionale corteo, torna quest'anno lo spettacolo di danza aerea, grazie al sostegno di Coop Alleanza 3.0, Bcc - Banca di Credito Cooperativo di Bari, Sicme Energy e Gas, Nouvelle Esthétique Académie e Maldarizzi, in collaborazione con la Compagnia di danza ResExtensa e Molecole Show. Il corteo storico sfilerà accompagnato dai danzatori aerei, in un dialogo ideale tra espressioni artistiche che vuole esaltare l'importanza di uno dei momenti popolari più attesi dell'anno.

In aggiunta al corteo, Barucchieri tenterà di rappresentare il sogno, la leggerezza, l'aria, attraverso le evoluzioni della danza aerea. Dopo il successo dello scorso anno, altri luoghi della città diventeranno teatro en plein air per narrare i miracoli del Santo. Una rappresentazione scenica di angeli danzatori fluttuanti nell'aria e danzatori a terra tra proiezioni di luci ed immagini, 500 tra danzatori, attori e figuranti. Si assisterà a corpi sospesi in movimento grazie ad un grappolo di palloncini ad elio, ecologici e biodegradabili.

 

Il Corteo storico di San Nicola

NEL 930° ANNO DELLA TRASLAZIONE

 

Il Corteo storico ha da sempre rappresentato un forte momento identitario collettivo. Dalla traslazione delle reliquie del 1087 D.C. ad oggi la città di Bari è divenuta meta del pellegrinaggio in onore di San Nicola da parte d'innumerevoli devoti provenienti da tutto il mondo. Le gesta dei marinai baresi ha mutato profondamente l'identità di una città, ma anche di generazioni di fedeli e migliaia di pellegrini che al seguito del Santo, venuto dal mare, hanno ritrovato le comuni radici.

Il Corteo incarna la Traslazione di un uomo vero, da sempre in difesa dei più deboli.

 

Per questo soprattutto donne e bambini coinvolti negativamente in fatti di cronaca sono il fulcro del Corteo Storico 2017. In tutta la prima parte del Corteo si evidenzierà, infatti, il legame tra il Popolo e il Santo, mentre Nobili e Chiesa ne caratterizzeranno la parte finale, al centro della quale c'è la descrizione della Traslazione che ha come riferimento scenico la cripta di Myra, seguita dall'emblema della Caravella, elemento di unione tra i poteri forti della corte medievale barese e il popolo.

 

I costumi del Corteo sono a cura di Rosa Lorusso. Mentre per la danza aerea sono stati realizzati da Angela Gassi.

Invece, la consulenza per le musiche medievali di tutto il Corteo, eseguite da Exemble Calixtinus, è stata affidata a Giovannangelo del Gennaro.

 

Il programma

 

San Giorgio ore 18.00

Una delegazione del corteo composta da timpanisti, monaci benedettini e marinai presenzierà alla Baia di San Giorgio al rito religioso che precede l'imbarco della Sacra icona nicolaiana.

Molo San Nicola ore 20.00

Al molo San Nicola, alcuni figuranti assisteranno allo sbarco della Sacra icona e la scorteranno tra i vicoli di Bari vecchia, fino ad arrivare al Castello, punto di partenza del corteo storico.

 

Il percorso

 

Castello Svevo ore 20.30.

Partenza del corteo da piazza Federico II di Svevia lungo il seguente percorso: via San Francesco D'Assisi - piazza Giuseppe Garibaldi - corso Vittorio Emanuele II - lungomare Imperatore Augusto - Basilica di San Nicola

 Le strutture di danza aerea accompagneranno il Corteo, a seguito del suo passaggio in piazza Garibaldi. Proseguendo in sincrono con il Corteo, tra cielo e terra, lo spettacolo di danza aerea procederà lungo corso Vittorio Emanuele per poi tornare per un finale tutto aereo di fronte al rinascente Teatro Piccinni.



loading...