Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

In Puglia arriva 'La Maratona della Cattedrali': la corsa da Barletta a Giovinazzo nelle stradine dei centri storici

Il presidente di Puglia Marathon ASD, Giuseppe Casale: 'Eventi come questi interpretano lo sport non solo come agonismo ma anche e soprattutto come momento di condivisione'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli Sport il 02/11/2015 da Redazione

Torna la seconda edizione de La Maratona delle Cattedrali, organizzata da Puglia Marathon ASD, che partirà domenica 20 dicembre alle ore 09:30 da Barletta. Erano presenti alla conferenza stampa  tenuta a Roma presso la sede del CONI  Rossella Brescia, madrina della manifestazione, Giuseppe Casale, Presidente di Puglia Marathon ASD, Bruno Molea presidente della AICS, Roberto Frinolli  consigliere della Fidal nazionale, Ciro Turco presidente sezione sport AICS, Vito Renna Vice Presidente Puglia Marathon ASD. Valeria Emmi, Coordinatrice progetti Area Programma Italia di WeWorld Onlus.

"Ben vengano eventi come questi - ha dichiarato il presidente Molea - che interpretano lo sport non solo come agonismo ma anche e soprattutto come momento di condivisione allargata, estesa anche a tutti, anche ai dilettanti, alle famiglie, ai bambini".

Dichiarazione condivisa da tutti i presenti, soprattutto dagli organizzatori che nella persona del presidente Casale, hanno sottolineato come l'evento sia nato proprio dal voler portare la gente in strada, ad apprezzare la bellezza del territorio, portando i maratoneti fin sotto le cinque cattedrali incluse nel percorso.

Anche WeWolrd, con Valeria Emmi, ha confermato l'entusiasmo di aver aderito a questo evento, con il quale portare a quanta più gente possibile, il messaggio della lotta contro la violenza sulle donne, una realtà che ormai ci riguarda tutti.

 

Già prima maratona del sud Italia per numero di arrivi, La Maratona delle Cattedrali è un evento unico, che nasce dal coinvolgimento di più realtà pugliesi, unite nella condivisione dei valori legati allo sport e alla valorizzazione del territorio. Una competizione podistica, aperta a tutti, che percorrerà gli edifici della cultura religiosa e artistica locale, appartenenti al ricco patrimonio storico della regione come ha spiegato Giuseppe Casale Presidente di Puglia Marathon. Una maratona slow, quindi, da correre ma soprattutto da vivere, La Maratona delle Cattedrali è una manifestazione invernale che unisce sport, cultura e turismo. L'evento, che alla sua prima edizione ha contato più di 2.300 partecipanti, presenta un percorso che partirà dalla città di Barletta e si snoderà per i suoi 42,195 km attraverso i centri storici e le Cattedrali romaniche dei comuni di Trani, Bisceglie, Molfetta e Giovinazzo, città di arrivo.

Prevista anche la Mezza Maratona e, in ogni città tappa, la Family Run, per un coinvolgimento delle famiglie nella giornata dedicata allo sport e alla condivisione del territorio.

La Maratona delle Cattedrali sostiene WeWorld, organizzazione no profit che da oltre 15 anni garantisce i diritti dei bambini e delle donne più vulnerabili in Italia e nel Sud del Mondo e che ha lanciato il proprio intervento di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza contro le donne con il progetto SOStegno Donna. Parte della quota d'iscrizione alla Maratona delle Cattedrali verrà devoluto a favore del progetto, in particolare, dei 3 sportelli di assistenza medica e psicologica, attivati presso i pronto soccorso di Genova, Roma e Trieste

Rossella Brescia ha dichiarato “ da sportiva e da pugliese sono felice e orgogliosa di promuovere un grande evento come la Maratona delle Cattedrali. Per correre in una maratona servono tenacia, preparazione e passione, ma anche tanto amore per lo sport  tutte caratteristiche che ho sempre ritrovato nella danza. Per questo sin da subito ho voluto il mio contributo a questa bellissima iniziativa.  Per me è un onore tornare a collaborare anche con  We World,  è una associazione che conosco  da tempo, conosco il loro lavoro e la loro serietà, penso che ancora oggi ci sono troppe donne in Italia e nel mondo vittime di violenza che devono essere aiutate. We World fa un lavoro meticoloso e attento, sono ancora troppo pochi solo  ospedali in Italia che praticano un sostegno immediato alle vittime di violenza, ogni città italiana dovrebbe avere un ospedale per possa garantire un sostegno medico di aiuto alle donne vittime di abuso e violenza fisica e psicologica.  Per ciò ben vengano eventi che possano aiutare  e sensibilizzare, la maratona è sicuramente uno tra i più importanti”.