Martedì, 21 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, il cinema Abc riapre eccezionalmente per il Bari Brasil Film Festival

Il cinema d'autore, situato a pochi metri dal faro di San Cataldo, ospiterà incontri e proiezioni. Il weekend del 19 e 20 ottobre la manifestazione fa tappa a Matera

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 02/10/2019 da Redazione

Con l’obiettivo forte di indagare una cinematografia altra, poco mainstream, rarissima da trovare in sala e molto attenta alle dinamiche del presente, torna per il quarto anno il Bari Brasil Film Fest, organizzato e promosso dall’associazione culturale Abaporu con la direzione artistica di Vanessa Mastrocessario Silva. Sei lungometraggi e un film d’animazione per raccontare un universo estetico e culturale che ha fatto della diversità e della contaminazione tratti distintivi, qualità che questa nuova edizione intende esplorare attraverso il meglio della cinematografia brasiliana, premiata nei maggiori festival internazionali. Felice novità di quest’anno la nuova location: chiuso da cinque mesi, il cinema ABC Centro di cultura cinematografica di Bari apre eccezionalmente al e per il festival, grazie alla collaborazione con l’Agis Puglia e Basilicata che lo accoglie con entusiasmo nella sua sala, simbolo per eccellenza del cinema d’essai e di qualità.

Dopo le prime tre fortunate edizioni, il Bari Brasil Film Fest torna dunque dal 4 al 15 ottobre a Bari e il 19 e 20 ottobre a Matera, in collaborazione con il Comune e con la Fondazione Matera Basilicata 2019.  Ad  inaugurare la manifestazione sarà un’anteprima speciale, il 4 alle 21 al Cineporto di Bari,  dedicata a Terra em Transe di Glauber Rocha, uno dei film simbolo di Cinema Novo, movimento artistico che negli anni Sessanta ha provato a cambiare le cose al grido di arte, utopia e rivoluzione. Il festival proseguirà dall’11 al 15 ottobre con proiezioni ed eventi collaterali tra l’ABC, la libreria 101 dove sarà presentato il libro biografico Tom Zè, l’ultimo tropicalista di Pietro Scaramuzzo, il Bilabì, Portineria 21 che ospiterà l’incontro con la scrittrice Agnese Gazzera autrice del libro Marielle, presente! e a Matera, il cinema Piccolo.

Ospiti del festival due registi dei film in programma: Esmir Filho, autore insieme con Mariana Bastos di Alguma coisa assim (Something like that), in programma il 12 ottobre e presentato quindi dallo stesso regista, celebre in Sudamerica dove ha vinto premi prestigiosi nei festival di Rio de Janeiro e L’Avana, ma anche in Europa dove è stato selezionato per il concorso ufficiale Berlinale Generation 14+ e Locarno e Beatriz Seigner autrice del film Los Silencios, che presenterà in sala il 13 ottobre. La sceneggiatrice e regista brasiliana nel 2009 ha diretto Bollywood Dream, la prima co-produzione tra Brasile e India, selezionato in oltre venti festival internazionali tra cui Busan, Tokyo e San Paolo.

Inoltre, il 3 ottobre alle 21 al Bilabì, il festival scalda l’atmosfera con una serata musicale, di cui sarà protagonista il progetto Yarákä, ensemble che propone un percorso radicato nella tradizione afro-brasiliana e sudamericana.

Il Bari Brasil Film Fest si conferma uno dei pochi autentici festival cinematografici della città scandito da opere coraggiose e spiazzanti (la cui visione è vietata ai minori di 18 anni), che il pubblico potrà vedere per la prima volta a Bari all’ABC, in lingua originale con sottotitoli in italiano, fatta eccezione per il film d’animazione Le avventure del piccolo Colombo che sarà recitato in italiano direttamente in sala da Cristina Palermo. Un festival indipendente che si finanzia prevalentemente con fondi derivanti da sponsor privati come la compagnia aerea Turkish Airlines, l’Università LUM – Jean Monnet, la società di consulenza Sinoglobal Investments Advisory e la società di post produzione cinematografica Octpost e tramite una campagna di crowdfunding online (https://www.gofundme.com/f/bari-brasil-film-fest-2019). Il Bari Brasil Film Fest nel suo crescere continua a cercare partnership europee e internazionali. Dopo il proficuo scambio in essere da tre anni con l’omologo storico festival del cinema brasiliano di Parigi e con Agenda Brasil di Milano, da quest’anno il Bari Brasil Film Fest stringe un nuovo accordo con il Brazilian Film Festival di Beirut, con il quale inizia una partnership strategica nata dal desiderio di omaggiare la memoria dell’Ambasciatore brasiliano in Libano Paulo Cordeiro de Andrade Pinto, sua moglie Vera Lucia Ribeiro Estrela e del barese Marcello de Filippis tragicamente scomparsi in un incidente stradale avvenuto in Puglia nel mese di maggio 2019. Tale partnership porterà alla realizzazione di attività congiunte tra i due festival e alla condivisione e lo scambio di esperienze e contenuti.

 

Migrazioni, complessità delle relazioni umane, rapporto genitori-figli, scontro tra tradizione e progresso omologante, ipocrisia della società contemporanea: sono molteplici i punti di vista attraverso i quali il festival racconterà la cinematografia brasiliana ai suoi attenti spettatori di anno in anno in costante crescita. Il Bari Brasil Film Fest rifugge gli stereotipi sul Paese sudamericano, ponendo grande attenzione alle qualità artistiche delle pellicole in concorso spesso incentrate su fenomeni inusuali o comunque estranei alla formazione culturale occidentale, con il proposito di promuovere la vera cultura brasiliana.