Martedì, 11 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Tutto pronto per il TEDx Bari: quattordici speaker sul palco del Petruzzelli per parlare di Eterotopia

Annunciati gli ultimi ospiti: Christian Raimo, Valentina Nappi, Roberto Casati, Giulia Maffei&Giulia Tacchini

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 01/12/2018 da Redazione

Prendete dodici speech, divideteli per quattordici speaker. Aggiungete una manciata di minuti per ciascuno. Scegliete i diversi settori della conoscenza da mescolare tra loro. Prendete un bel piatto fondo come quello dell’Eterotopia. Ed ecco a voi: il Tedx Bari è servito.

Sul palco del Teatro Petruzzelli di Bari il prossimo 8 dicembre (dalle 18.00) ci sarà un mix esplosivo di buone idee da diffondere. Scelte che in alcuni casi possono sembrare poco amalgamabili ma che forse non lo sono poi così tanto e che messe insieme e mescolate restituiscono un sapore unico al cast 2018. Partendo da qui nel Politeama di Bari vestito a festa per l’occasione si cercherà di esplorare le piccole e grandi eterotopie che scolpiscono il nostro quotidiano odierno: dalla scuola alle start-up, dagli insetti nel piatto all'intelligenza artificiale, dalle città al fenomeno migratorio. Tutti luoghi - siano essi fisici, virtuali o simbolici - oggi sede o oggetto di conflitto politico, sociale, etico e culturale.

«Organizzare la quarta edizione del Tedx Bari è un grande onore per una piccola realtà come la nostra associazione, alimentata quotidianamente dall'impegno di giovani professionisti e studenti accomunati dalla voglia di portare nella propria città di origine idee innovative, mettendole in connessione con il territorio - spiega Davide Giardino, presidente dell'associazione e titolare della licenza Tedx Bari -. Ed è per questo che il sostegno della comunità e il contributo delle realtà imprenditoriali locali è per noi importante. Da cittadino italiano che vive all’estero, sono fiero anche della grande attenzione che l'amminstrazione locale ha sempre mostrato verso la nostra proposta sostenendola sin dalla sua prima edizione. A dispetto della breve durata del Tedx, che si esaurisce in una giornata, il suo impatto sul territorio si prevede duraturo e di ampio raggio. Sotto il profilo culturale il pubblico avrà l’occasione di ascoltare, in un formato accessibile e non specialistico, racconti e riflessioni uniche. La disseminazione di tali idee costituirà idealmente il terreno di futuri approfondimenti tra cittadinanza e territorio, instillando nel tessuto urbano una curiosità la cui applicazione sarà tanto diversa quanto la forma dei saperi da cui provengono. E c'è di più - conclude Giardino -. TEDxBari sarà anche l’occasione per osservare, in un contesto unico, il superamento di tradizionali divisioni tra saperi e attività, qui riunite dalla priorità data alle idee e alle esperienze trasmesse».

E mentre la conferenza spettacolo, organizzata dall’associazione per Tedx Bari per il quarto anno consecutivo nel capoluogo pugliese si avvia verso il sold out (biglietti ancora disponibili su www.vivaticket.it, www.tedxbari.it), vengono svelati i nomi degli ultimi tre speaker che saliranno sul palco del Petruzzelli. Si tratta di Emanuele Arciuli, barese di nascita, è considerato oggi uno dei più originali e interessanti interpreti della scena musicale classica e porterà sul palco i conflitti e la vitalità che l’arte e la musica dei nativi americani traggono dalla loro stessa condizione rendendosi strumento di riscatto di un popolo; Rossella Ferorelli barese classe 1984, Ph.D. in Architectural and Urban Design al Politecnico di Milano, cofondatrice di SMALL – Soft Metropolitan Architecture & Landscape Lab, porterà la sua idea sul riuso dei paesaggi urbani abbandonati e sulle trasformazioni del progetto dello spazio pubblico. E Francesco De Leo, cantautore italiano classe 1991, originario di Chiavari, fondatore e frontman della band L’officina della camomilla, rappresentante tra i più brillanti e originali della nuova scena indie italiana, con una talk performativa sul linguaggio cantautoriale come luogo inusuale.

Con loro sul palco del Teatro più grande di Bari e di Puglia ci saranno, come già annunciato, anche le speaker francesi Rachel Vanier, responsabile della comunicazione di Station F (l'incubatore di startup più grande d'Europa con sede a Parigi, che collabora con colossi come Facebook e Microsoft) con una talk sulla femminilità e il conflitto estetico ed etico insito; e Joséphine Goube, fondatrice della onlus Techfugees , che risponde con la tecnologia alla crisi dei rifugiati per ricollocarli nel mondo del lavoro, che racconterà i porti come luogo di conflitto, ma anche di scambio, passaggio, movimento, cultura, economia, lavoro, opportunità e speranza; dal belgio arriva Nell Watson,  ingegnera e divulgatrice scientifica, esperta di intelligenza artificiale, con il suo speech sulle trasformazioni introdotte dall’uso dei social media, sul loro ruolo di rafforzamento delle tensioni esistenziali e sul cambiamento che generano nella cultura contribuendo alla sua polarizzazione.

 

A loro si uniranno Christian Raimo, romano, con la sua idea sulla scuola come luogo in cui spezzare l’ideologia della competizione esercitando invece in modo concreto l’uguaglianza; l'attrice del cinema porno Valentia Nappi, originaria di Pompei e conosciuta in tutto il mondo, con la sua visione sul porno come eterotopia che deve uscire dal suo spazio di valvola di sfogo ed entrare in un gioco dialettico di critica razionale della vita normale; e ancora, il filosofo milanese Roberto Casati con il suo speech paragonabile ad una traversata del mare.

 

E ancora, per speech a due voci ci saranno la strana coppia romana composta da Alessandro Lolli & Lorenzo De Angelis (Oznerol), che darà vita a una talk performativa sui meme, passati dall’essere un mero divertissement virtuale a strumento di comunicazione potentissimo con un linguaggio, una grammatica, codici e regole sapientemente sfruttate in tutti i campi, dalla politica al marketing; e infine il duo milanese Giulia Maffei & Giulia Tacchini di Entonote, rispettivamente biologa e food designer, che racconteranno il futuro già arrivato nei piatti che si portano in tavola attraverso una cucina che ripensa alla cultura gastronomica partendo dagli insetti come cibo.

 

Con i suoi circa mille posti a sedere il teatro dei teatri di Bari ospiterà le talk di questi speaker selezionati dal nuovo direttore artistico del TedxBari Vittorio Parisi, coordinatore del gruppo di sviluppo del tema 2018: «La riflessione sul tema di TEDxBari 2018 ha origine nel desiderio di raccontare i luoghi a partire dalla carica di conflitto, politico, sociale, culturale e etico, che oggi essi incarnano – spiega Parisi -. Prendiamo il mare: è il luogo a cui la nostra città deve, letteralmente, tutto, ma è anche il luogo-simbolo della crisi dei migranti. Stessa cosa può dirsi per la città, luogo-simbolo della vita umana organizzata e della cultura, ma anche di grandi conflitti sociali, come la divisione ideologica tra il centro e la periferia. Il concetto di “eterotopia” – in particolare una delle sue possibili definizioni fornite da Michel Foucault: un luogo reale nel quale sono giustapposti più spazi fra loro incompatibili – ci aiuta a riunire sotto un’unica parola alcuni dei luoghi oggi sede di una o più incompatibilità. Luoghi fisici, virtuali, simbolici o discorsivi: luoghi-chiave della nostra società, come la scuola, ma anche luoghi apparentemente più banali, come il piatto in cui mangiamo; luoghi immateriali ma onnipresenti, come internet; luoghi, infine, che non siamo soliti percepire come tali, ad esempio il corpo o il linguaggio».

 

L' 8 dicembre dunque è già segnato in rosso sui calendari. Non resta che aspettare una settimana per varcare le porte del Petrzzelli, accomodarsi al proprio posto e lasciarsi guidare in questo viaggio alla scoperta di mondi diversi. L'appuntamento è alle 17.00 per l'apertura delle porte (inizio dell'evento ore 18.00). I biglietti sono in vendita sui circuiti online ufficiali (www.tedxbari.it e www.vivaticket.it), nei punti vendita fisici del circuito e al botteghino del Teatro Petruzzelli di Bari (aperto dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 19). I costi variano dai 12 euro del loggione (in vendita solo al botteghino del Petruzzelli) ai 37 euro per platea e palchi di primo ordine (in vendita solo online o nei punti vendita del circuito). Durante la sera dell'evento tutti i biglietti ancora disponibili saranno in vendita al botteghino del Petruzzelli.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet