Domenica, 20 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Brindisi, arriva sul lungomare il circo contemporaneo con '20 Decibel'

Domani repliche alle ore 17.30 e 21.00

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 01/11/2014 da Redazione
C’è grande attesa per uno dei più originali appuntamenti della stagione teatrale del «Nuovo Teatro Verdi» di Brindisi: domani, domenica 2 novembre, con repliche alle ore 17.30 e 21.00, nello chapiteau del circo «El Grito», allestito sul lungomare (giardinetti di piazza Vittorio Emanuele II), comincia la «Festa del Circo Contemporaneo» con la magia dello spettacolo «20 Decibel - Non c’è storia senza ascolto».
«El Grito» unisce lo stupore del circo moderno con il fascino delle origini: un vero tendone e una pista rotonda, recuperando la magia perduta del contatto tra artisti e pubblico. Lo spettacolo «20 Decibel» è un raffinato sogno per tutte le età. Applauditissimo in Europa, è frutto di un percorso di ricerca al confine tra circo, danza e musica dal vivo: un'esplosione di fantasia e libertà, provocazione e bellezza. Un viaggio tra acrobazie aeree, colpi di pistola, danze acrobatiche e giocoleria, che però non offuscano immagini e suoni più tenui. I corpi si trasformano, le riflessioni possono durare all'infinito, gli oggetti suonano la loro anima.
Lo spettacolo si chiama «20 Decibel» perché 20 decibel è un rumore molto basso. Già 19 decibel per la fisica è considerato silenzio: «20 decibel è più o meno il rumore che tu senti del mio respiro in questo momento - osserva Giacomo Costantini, direttore artistico della compagnia «El Grito» -. Se tu ti concentri e provi a sentire il mio respiro tutti i sensi si sospendono e arrivi a un grado di percezione molto alto. Ecco, a noi interessa quel grado di percezione. I due personaggi dello spettacolo vivono dei pezzi di vita che vanno a creare una storia emotiva». In alcuni momenti dello spettacolo i due artisti in scena scelgono di fare un “omaggio” al circo tradizionale «che - conclude Giacomo - comunque abbiamo avuto come esperienza passata e che a nostro parere ha una poetica magnifica».L’iniziativa è tra le azioni di «Internazionalizzazione della scena» affidate al «Teatro Pubblico Pugliese» dalla Regione Puglia - Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, nell’ambito del P.O. FESR PUGLIA 2007-2013, con il fine di incentivare l’incoming di produzioni e di spettacoli internazionali in Puglia, così come di promuovere le tournée di realtà pugliesi all’estero.