Martedì, 23 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Il Penitente', lo spettacolo con Lunetta Savino e Luca Barbareschi arriva al teatro Palazzo

Il dramma contemporaneo di David Mamet è stato posticipato a martedì 26 febbraio

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 25/02/2019 da Redazione

Dopo i successi del "Lopez & Solenghi Show" e del "Leonardo" di Vittorio Sgarbi il Teatro Palazzo di Bari chiude un grande febbraio con Il Penitente di David Mamet con Lunetta Savino e Luca Barbareschiche andrà in scena domani 26 febbraio alle 21. Il Penitente è un dramma contemporaneo di David Mamet sulla parabola discendente di uno psichiatra con la nota attrice barese Lunetta Savino che torna a recitare nella sua città nel complesso ruolo di Kate, la moglie del protagonista Charles, interpretato da Luca Barbareschi, che cura anche regia e adattamento dello spettacolo; completano un grande cast Massimo Reale e Duccio Camerini.

A firmarlo nel 2017, uno dei più geniali autori contemporanei David Mamet, premio Pulitzer perGlengarry Gen Ross e due volte nominato all'Oscar per la sceneggiatura. "Una lucida analisi del rapporto alterato tra comunicazione, spiritualità e giustizia nella società contemporanea", l'ha definitaLuca Barbareschi;  accanto a lui in scena Lunetta Savino che interpreta con grande forza espressiva il ruolo della moglie vessata dal rifiuto della società verso chi non si adegua ai comportamenti socialmente accettati, Duccio Camerini e Massimo Reale. Una tragedia moderna sulla crisi professionale e morale di uno psichiatra che rifiuta di testimoniare in tribunale a favore di un paziente accusato di avere compiuto una strage.  Coinvolto da un sospetto di omofobia, 'il penitente' subisce una vera gogna mediatica e giudiziaria e viene sbattuto "in prima pagina" spostando sulla sua persona la momentanea riprovazione del pubblico volubile, alla ricerca costante di un nuovo colpevole sul quale fare ricadere la giustizia sommaria della collettività. L'influenza della stampa, la strumentalizzazione della legge, la presunta inutilità della psichiatria, sono i temi di una pièce che si svolge tra l'ambiente di lavoro e il privato del protagonista, fino al colpo di scena finale. Scene di Tommaso Ferraresi, costumi di Anna Coluccia, luci di Iuraj Saleri, musiche di Marco Zurzolo.

Luca Barbareschi, attore, regista e produttore di cinema, tv (ha prodotto il recente film tv Io sono Mia sulla vita di Mia Martini) e teatro, ha al suo attivo oltre trenta spettacoli teatrali da protagonista, tra i quali testi di molti autori stranieri (Eric Bogosian, David Hare, Ben Elton, Nigel Williams, Sam Shepard) per la prima volta rappresentati in Italia, primo fra tutti David Mamet di cui ha  già portato in scenaOleanna, Perversioni sessuali a Chicago, Glengarry Glenn Ross, American Buffalo, Mercanti di bugie eBoston Marriage.

 Lunetta Savino, attrice nota al grande pubblico per ruoli in fiction popolari di Rai Uno come Un medico in famiglia, Raccontami, Pietro Mennea, Felicia Impastato e per pellicole brillanti come Mine Vaganti e Liberate i pesci, muove i primi passi a teatro tra anni '80 e '90 (Il mercante di Venezia,Medea, Sorelle Materassi). Al suo attivo, i successi in palcoscenico di Prova orale per membri esterni, per sei stagioni in giro per l'Italia e Casa di bambola - L'altra Nora tratto da Henrik Ibsen, scritto e diretto da Leo Muscato, oltre 150 repliche; negli ultimi anni, ha recitato anche ne La controra, tratto daTre Sorelle di Checov e Tante facce nella memoria, sull'eccidio delle Fosse Ardeatine.  

 

Dopo i successi del "Lopez & Solenghi Show" e del "Leonardo" di Vittorio Sgarbi il Teatro Palazzo di Bari chiude un grande febbraio con Il Penitente di David Mamet con Lunetta Savino e Luca Barbareschiche andrà in scena martedì 26 febbraio alle 21. Il Penitente è un dramma contemporaneo di David Mamet sulla parabola discendente di uno psichiatra con la nota attrice barese Lunetta Savino che torna a recitare nella sua città nel complesso ruolo di Kate, la moglie del protagonista Charles, interpretato da Luca Barbareschi, che cura anche regia e adattamento dello spettacolo; completano un grande cast Massimo Reale e Duccio Camerini.

A firmarlo nel 2017, uno dei più geniali autori contemporanei David Mamet, premio Pulitzer perGlengarry Gen Ross e due volte nominato all'Oscar per la sceneggiatura. "Una lucida analisi del rapporto alterato tra comunicazione, spiritualità e giustizia nella società contemporanea", l'ha definitaLuca Barbareschi;  accanto a lui in scena Lunetta Savino che interpreta con grande forza espressiva il ruolo della moglie vessata dal rifiuto della società verso chi non si adegua ai comportamenti socialmente accettati, Duccio Camerini e Massimo Reale. Una tragedia moderna sulla crisi professionale e morale di uno psichiatra che rifiuta di testimoniare in tribunale a favore di un paziente accusato di avere compiuto una strage.  Coinvolto da un sospetto di omofobia, 'il penitente' subisce una vera gogna mediatica e giudiziaria e viene sbattuto "in prima pagina" spostando sulla sua persona la momentanea riprovazione del pubblico volubile, alla ricerca costante di un nuovo colpevole sul quale fare ricadere la giustizia sommaria della collettività. L'influenza della stampa, la strumentalizzazione della legge, la presunta inutilità della psichiatria, sono i temi di una pièce che si svolge tra l'ambiente di lavoro e il privato del protagonista, fino al colpo di scena finale. Scene di Tommaso Ferraresi, costumi di Anna Coluccia, luci di Iuraj Saleri, musiche di Marco Zurzolo.

Luca Barbareschi, attore, regista e produttore di cinema, tv (ha prodotto il recente film tv Io sono Mia sulla vita di Mia Martini) e teatro, ha al suo attivo oltre trenta spettacoli teatrali da protagonista, tra i quali testi di molti autori stranieri (Eric Bogosian, David Hare, Ben Elton, Nigel Williams, Sam Shepard) per la prima volta rappresentati in Italia, primo fra tutti David Mamet di cui ha  già portato in scenaOleanna, Perversioni sessuali a Chicago, Glengarry Glenn Ross, American Buffalo, Mercanti di bugie eBoston Marriage.

 Lunetta Savino, attrice nota al grande pubblico per ruoli in fiction popolari di Rai Uno come Un medico in famiglia, Raccontami, Pietro Mennea, Felicia Impastato e per pellicole brillanti come Mine Vaganti e Liberate i pesci, muove i primi passi a teatro tra anni '80 e '90 (Il mercante di Venezia,Medea, Sorelle Materassi). Al suo attivo, i successi in palcoscenico di Prova orale per membri esterni, per sei stagioni in giro per l'Italia e Casa di bambola - L'altra Nora tratto da Henrik Ibsen, scritto e diretto da Leo Muscato, oltre 150 repliche; negli ultimi anni, ha recitato anche ne La controra, tratto daTre Sorelle di Checov e Tante facce nella memoria, sull'eccidio delle Fosse Ardeatine.  

 

 



loading...