Giovedì, 19 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Coniugi uccisi a colpi di martello a Porto Cesareo, effettuato un fermo

L'uomo originario di Manduria aveva un forte risentimento verso le vittime

Pubblicato in Cronaca il 24/06/2014 da Redazione
Sottoposto a fermo dalla scorsa notte, un uomo ritenuto responsabile del delitto dei Luigi Ferrari e Antonella Parente, Si tratta di Vincenzo Tarantino, originario di Manduria, da tempo residente a Porto Cesareo, ritenuto autore materiale del duplice omicidio. Duplice anche il movente del delitto: un forte risentimento nei confronti delle vittime ritenute dall’arrestato, causa dell’allontanamento della ex convivente (nipote dei coniugi Ferrari) e la convinzione di poter fare un bel bottino con quanto custodito nella cassaforte.
I coniugi Ferrari, sono stati trovati in una pozza di sangue ieri mattina nella loro abitazione in via Amerigo Vespucci, nel centro di Porto Cesario. La coppia è stata uccisa a colpi di martello e scalpello. Quest'ultimo sarebbe lo stesso usato per sradicare una cassaforte dal muro in cui era custodita una cospicua somma di denaro da Luigi Ferrari. Le indagini che sono scattate immediatamente hanno coinvolto il Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce.


loading...