Domenica, 27 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Violenza a Taurisano contro migranti, due feriti ed un arresto

Una violenza inaudita dopo una lite scoppiata in un bar

Pubblicato in Cronaca il 19/01/2014 da Redazione

Tensione e violenza la notte scorsa a Taurisano, nel leccese. Giovani del posto e rumeni hanno ingaggiato uno scontro finito nel sangue ed in cui non sono solo volate botte, ma anche colpi di mazza da baseball e di coltelli. Ad avere la peggio un uomo di origini rumene di 27 anni che ha riportato un taglio profondo alla testa, ed un altro migrante di 20 anni colpito con una mazza da baseball. Tutti e due sono stati soccorsi e trasportati in ospedale. 

Gli inquirenti, che si sono subito messi al lavoro per individuare i responsabili, hanno compiuto un primo arresto. Si tratta di una vecchia conoscenza del posto, Samuel Del Nilo, 31enne, finito in manette all'alba grazie al lavoro degli uomini diretti dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico che hanno ascoltato testimoni e feriti per tutta la notte. L'uomo non era solo durante la "missione punitiva". Ora si cercano i suoi complici. 

Tutto è cominciato alle 19,30 di ieri, in piazza Fontana, nei pressi di un bar, quando è iniziata una discussione fra tre giovani rumeni e altrettanti ragazzi del posto. Questi ultimi avrebbero accusato i primi di "essere fannulloni e di vivere di espedienti", li avrebbero anche minacciati di una "lezione" che non si sarebbe fatta attendere. Infatti, per passare dalle parole ai fatti c'è voluto pochissimo. Il tempo di reclutare "volontari" e raggiungere l'abitazione dei migranti in via Ada Negri, alla periferia del paese. Dopo l'irruzione la feroce aggressione mirata innanzitutto a colpire i due giovani stranieri che si erano resi protagonisti del diverbio nel bar.