Sabato, 22 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Rifiuti speciali interrati nel foggiano, la Regione Puglia interesserà il governo

In corso l'inchiesta Black Land, 500 mila le tonnellate sequestrate finora

Pubblicato in Cronaca il 29/04/2014 da Redazione
La Regione Puglia "si avvarra' della possibilita', prevista dal decreto legislativo 152, di interessare il governo nazionale cui, peraltro, notifichera' subito, tramite il ministero dell'Ambiente e le Prefetture territorialmente competenti, tutti gli atti relativi agli interventi che verranno fatti'', se i quantitativi di rifiuti speciali interrati riferiti all'inchiesta 'Black Land', dovessero essere confermati. E' la linea scelta dall'assessore all'Ambiente Lorenzo Nicastro e dai rappresentanti dei territori interessati, in particolare delle province di Foggia e della Bat e del Comune di Ordona, oltre che del Cnr, dell'Arpa Puglia e del Noe dei carabinieri che hanno condotto le indagini coordinati dalla Procura antimafia del capoluogo. ''Sara' effettuata, inoltre - assicura la Regione - ogni azione in danno a coloro che hanno determinato questa situazione in virtu' del principio 'chi inquina, paga'''. Gli interramenti di rifiuti, giunti dalla Campania alla Puglia, sarebbero avvenuti negli anni '90. La Regione e' parte offesa nel procedimento. Il quantitativo stimato sarebbe di 500mila tonnellate.