Giovedì, 17 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sparatoria a San Severo: un video aiuta gli investigatori, due arresti

L'agguato per l'ennesima lite tra famiglie rivali

Pubblicato in Cronaca il 05/02/2014 da Ferretti
Si è trattato di un agguato fulmineo che le telecamere di alcuni sistemi di videosorveglianza presenti nelle vie del centro di San Severo, hanno documentato. Parliamo di quanto accaduto il 3 Febbraio scorso nei pressi del Teatro "Giuseppe Verdi" in cui Giacomo Perrone, 31enne del posto, è rimasto ferito mentre era a bordo della sua auto.
Tutto è accaduto intorno alle 11 quando un uomo, impugnando una pistola, si fa strada tra auto e ciclisti e gli scarica contro una raffica di proiettili.
L'azione è stata velocissima, come si è potuto constatare dalle immagini, e la vittima ha avuto la prontezza di ingranare la retromarcia e sfuggire alla furia del suo assassino. A sparare Giuseppe Iacobazzi di 34 anni. E' stato arrestato insieme alla moglie Daniela Seccia di 31 anni con l'accusa di tentato omicidio in concorso e porto abusivo di arma da sparo.
I Carabinieri di Foggia hanno risolto il caso in meno di 24 ore solo grazie ai fotogrammi dei sistemi di sicurezza. L'unico modo per superare il muro di omertà che si era alzato intorno all'accaduto. Nemmeno la vittima che aveva riconosciuto il suo aggressore, ha voluto parlare. Già nell’aprile del 2012 infatti, Perrone era stato vittima di analogo agguato da parte dello stesso Iacobazzi, che fu accusato di tentato omicidio, poi derubricato come lesioni. La sparatoria è la conseguenza del contrasto feroce tra la famiglia Iacobazzi e quella della vittima che già in passato si erano affrontate a colpi di arma da fuoco. Le liti erano nate nel contesto degli alloggi popolari di via Mario Carli, ormai tristemente noto come “Condominio Far West”.