Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Condanne per omicidio Kercher, la polizia ritira il passaporto a Sollecito

Il pugliese si trovava in un paese tra Udine e Tarvisio

Pubblicato in Cronaca il 31/01/2014 da Redazione

Nelle prime ore della mattinata la squadra mobile di Firenze, in collaborazione con quella di Udine, ha notificato la misura cautelare del divieto di espatrio, ritirando il passaporto a Raffaele Sollecito. Quest'ultimo - si legge in una nota - aveva raggiunto Venzone, un paese tra Udine e Tarvisio gia' nel primo pomeriggio di ieri 30 gennaio. Ai militari ed al suo avvocato ha detto: "Io sono innocente. La battaglia va avanti".

"Non ho mai pensato di fuggire. Né prima né tantomeno ora", ha sottolineato Sollecito attraverso uno dei suoi difensori, l'avvocato Luca Maori. Il legale ha spiegato che il giovane si è recato "spontaneamente" dalla polizia per consegnare il passaporto. "Ho fatto un giro in Austria. Poi sono rientrato in Italia. Mi sono fermato lì a riposare". È quanto avrebbe riferito Sollecito alla Squadra Mobile che lo hanno fermato all'alba all'hotel 'Carnia' di Venzone.

Ieri sera, dopo 12 ore di camera di consiglio la Corte d'Assise d'Appello di Firenze ha condannato, per l'omicidio di  Meredith Kercher, Amanda Knox a 28 anni e sei mesi di carcere e Raffaele Sollecito a 25 anni più la misura coercitiva del divieto di espatrio. 



loading...