Giovedì, 21 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Tap, il premier Conte scrive ai cittadini di Melendugno: 'Risarcimenti catastrofici per il Paese'

Il presidente del Consiglio assicura la vicinanza del governo: 'Attenzione speciale e tutto il sostegno per la comunità locale'

Pubblicato in Cronaca il 29/10/2018 da Redazione

“Se il Governo italiano decidesse adesso, in via arbitraria e unilaterale, di venire meno agli impegni sin qui assunti anche in base a provvedimenti legislativi e regolamentari, rimarrebbe senz’altro esposto alle pretese risarcitorie dei vari soggetti coinvolti nella realizzazione dell’opera e che hanno fatto affidamento su di essa”. È questo un passo della lettera scritta dal premier Giuseppe Conte ai cittadini di Melendugno sulla questione del gasdotto Tap. Il capo del Governo spiega i motivi che hanno portato al via libera a Tap e si sofferma sui “risarcimenti catastrofici” che il Paese sarebbe chiamato a pagare se il progetto del gasdotto dovesse essere bloccato. “Comprendo - scrive - che per tutti coloro che osteggiano la realizzazione del progetto il fatto che questa scelta sia da imputare a decisioni assunte dai Governi precedenti e che risulti “obbligata” non siano elementi di conforto. Ma la “politica” comporta anche assumersi in proprio le responsabilità di governo. Ho concluso il messaggio di venerdì promettendo “un’attenzione speciale” e “tutto il sostegno” del Governo per la comunità locale. Ci tengo a mantenere la parola”.