Giovedì, 12 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Case vacanza e vendita di oggetti online fasulli, arrestati truffatori baresi

Sono stati arrestati a Roma mentre tentavano di assoldare un senzatetto per andare a svuotare le carte di credito prepagate

Pubblicato in Cronaca il 29/08/2014 da Redazione
Marmitte per la moto, gomme dell’auto, gps e vacanze al mare affittando case, era ampio il giro di affari di due truffatori baresi che vendevano oggetti fasulli su internet e affittavano case inesistenti raggirando decine e decine di acquirenti. I truffatori, un 34enne e un 31enne, entrambi pugliesi, arrestati lunedì alla Stazione Termini di Roma mentre tentavano di assoldare un senzatetto per andare a svuotare le carte di credito prepagate sulle quali chiedevano alle vittime di saldare le vendite fasulle. La maggior parte dei malcapitati sono romani: le transazioni avvenivano su siti conosciuti come eBay, Subito.it e Bakeka. Si sono fidati, non sapendo che i profili dai quali stavano acquistando la merce fasulla erano anch’essi intestati a nomi di persone rubati in rete.
Ad incastrare i due ci sono alcuni sms minatori trovati sui loro cellulari. Messaggi dei clienti raggirati che sollecitavano l’invio della merce acquistata o, giunti all’indirizzo fasullo, realizzavano la triste sorpresa e chiedevano invano che il maltolto gli fosse restituito.
I poliziotti li hanno fermati dopo aver chiesto al barbone, che non se l’è sentita di andare in banca al posto loro, cosa volessero quei due. Li pedinavano da giorni, credendoli dei borseggiatori. E proprio quando li hanno fermati è arrivata la telefonata di una ragazza romana, partita per le vacanze in Salento col fidanzato che non riusciva a trovare l’indirizzo della casa affittata a Gallipoli. Al loro telefonino hanno risposto gli agenti, informando la donna della truffa in atto e invitandola a sporgere denuncia. I militari hanno poi perquisito il domicilio dei due pugliesi e sequestrato i loro computer.