Mercoledì, 29 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Non si affitta a coppie gay, anche se unite legalmente': l'annuncio omofobo di una casa vacanze in Salento

Si tratta di un appartamento a San Foca. Il segretario nazionale Arcigay: 'Fenomeno raccapricciante'

Pubblicato in Cronaca il 29/07/2017 da Redazione

 “Dopo il caso della coppia gay respinta da una struttura turistica di Vibo Valentia, i nostri soci ci hanno segnalato un altro annuncio analogo, questa volta in Salento”. Lo denuncia Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. Si tratta di un appartamento a San Foca, vicino a Melendugno, affittato ai turisti attraverso il portale CaseVacanza.it . Nell’annuncio è specificato: “non si accettano persone che aderiscono alla ideologia gender e coppie omosessuali anche se unite con rito civile”. Alla reiterata richiesta di informazioni su questo punto i proprietari non danno risposta.

“È evidente – prosegue Piazzoni – che il prolungato vuoto normativo sull’omotransfobia in Italia sta producendo un fenomeno raccapricciante, una sorta di esibizionismo della discriminazione, forte di un’impunità garantita dalle leggi e dalla politica. È indispensabile allora mettere in campo un intervento strutturale e normativo che escluda l’omotransfobia, così come tutte le discriminazioni e i razzismi, dall’esercizio di servizi destinati al pubblico, anche se messi in campo da privati”.

“La notizia dell’annuncio omofobo di una struttura turistica salentina ci indigna”: aggiunge Roberto De Mitry, presidente di Arcigay Salento. “Sarà proprio questa indignazione che porteremo nelle strade il prossimo 19 agosto a Gallipoli per il Salento Pride, la manifestazione che chiude la stagione dell’Onda Piride. Il nostro orgoglio sarà la rappresentazione palpabile della sconfitta di tutti questi omofobi”. 

Dopo poche ore l’annuncio è stato rimosso dal portale Casevacanza.it  e il proprietario è stato bloccato: “CaseVacanza.it non è proprietaria degli annunci ma offre gli spazi online su cui possono pubblicare privati e agenzie. Siamo assolutamente contrari a ogni forma di discriminazione razziale – commenta il portale in una nota -  per sesso, orientamento sessuale, culto e/o religione”.