Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Gasdotto TAP, continuano i disordini a San Foca. Emiliano: 'L'opera potrebbe fermare lo sviluppo turistico' (VIDEO)

La segretaria della Cgil, Susanna Camusso: 'Necessari percorsi democratici e coinvolgimento della popolazione'

Pubblicato in Cronaca il 29/03/2017 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: gruppo Facebook Sei di Melendugno se

Continua senza sosta il braccio di ferro tra forze dell’ordine e manifestanti davanti al cantiere del gasdotto Tap, a San Foca. Dopo gli scontri registrati ieri, anche questa mattina il sindaco di Melendugno ha avuto uno scontro verbale con alcuni agenti della polizia. I cittadini presenti sul posto sono stati allontanati per permettere il transito dei mezzi pesanti utilizzati per le operazioni di espianto di alcuni ulivi presenti sul tracciato del cantiere.

“Sono in contatto permanente con tutti i sindaci – spiega il presidente della Regione Michele Emiliano -  ieri sera abbiamo fatto una teleconferenza istituendo il tavolo tecnico politico per la Tap. La questione non riguarda solo gli ulivi, l’Italia sta ascoltando una versione dei fatti che ridicolizza l’argomento Tap. Noi spostiamo tranquillamente gli ulivi quando è necessario e poi li ripiantiamo. Stiamo subendo un abuso da parte del governo che intende localizzare l’opera in un luogo dove la comunità locale invece aveva progetti di natura turistica. Venti miliardi di metri cubi di gas passeranno sotto la schiena dei turisti presenti su una delle più belle spiagge della Puglia, questo è un errore perché potrebbero fermare lo sviluppo turistico”.

“La Regione è al fianco dei sindaci e delle popolazioni locali – ha continuato il governatore - considera l’opera necessaria dal punto di vista strategico perché ottenere quel gas significa poter dar vita alla decarbonizzazione dell’Ilva e della centrale Enel di Cerano. Tuttavia non ci assoggettiamo al ricatto di realizzare l’opera in quel luogo dove per altro bisogna realizzare un gasdotto su terra di 55 chilometri finanziato dagli italiani, non capiamo perché bisogna arrivare così a Sud. Se invece il governo avesse accolto la richiesta della Regione Puglia che, d’accordo con il comune di Squinzano, ha chiesto l’approdo dell’opera nell’area industriale della centrale Enel, non avremmo avuto incidenti e incomprensioni. Le forzature che vengono fatte su richiesta delle multinazionali e del consorzio Tap a fronte di errori progettuali gravi sono la vera ragione delle proteste. Il tavolo tecnico politico intende sottoporre il progetto del micro tunnel ad un esame molto importante: questo progetto non è ancora validato dalla commissione di via Nazionale e quindi non è cantierizzabile. Ciò nonostante sono iniziate le operazioni di spostamento degli ulivi”.

“Oggi vengo rappresentato dal ministro dell’Ambiente – conclude Emiliano - come una persona che si contrappone alla legge. Galletti prima di dire cose del genere dovrebbe guardare al mio passato. Io non sono andato in quel cantiere nonostante la voglia di essere al fianco delle popolazioni proprio perché non mi sono mai contrapposto alla Polizia. Gli agenti che hanno fatto la lotta alla Sacra corona unita sono schierati dallo Stato contro i sindaci e le popolazioni, questo è un errore gravissimo. La nostra è una contrapposizione politica, non giudiziaria. Il governo sta commettendo un errore gravissimo, noi speriamo ancora che le cose possano cambiare”.

Sulla questione è intervenuta anche Susanna Camusso, segretaria generale della Cgil, a Bari per un incontro sul tema della cultura: “Credo che ci sia un problema che si ripropone, quello del rapporto con il territorio quando si fanno scelte importanti e necessarie per la prospettiva del paese. Bisogna avere una grande attenzione ai percorsi democratici e al coinvolgimento della popolazione e del territorio in cui si interviene. Questo resta il tema centrale. Penso che non bisogna perseguire l’idea di rifiutare ogni tipo di opera, ma è fondamentale mettere in campo un percorso democratico e di coinvolgimento”.

 

 


loading...