Martedì, 19 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Donna scomparsa a S. Stefano, il compagno confessa di averla strangolata

Sembra che a scatenare l'ira dell'uomo sarebbe stata la scoperta di un profilo Facebook sotto falso nome

Pubblicato in Cronaca il 28/12/2013 da Redazione

A poco più di 24 ore dalla sua scomparsa, ritrovato il cadavere di Francesca Milano, 42enne di Gioia del Colle. Il corpo della vittima è stato ritrovato nelle campagne di Castellaneta grazie alla confessione, avvenuta durante l'interrogatorio, del suo compagno, il 40enne Nunzio Proscia, che ha ammesso la propria colpevolezza. La donna sarebbe stata prima strangolata e poi nascosta nel luogo del ritrovamento. 

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, sembra che lei si fosse da poco iscritta con un falso nome al social network Facebook e questa cosa non avesse fatto piacere al suo amante. I due si sono incontrati al Bingo di Putignano la sera di Santo Stefano, intorno alle 22. Nell'auto di lei hanno cominciato a litigare e lui ha perso la testa e l'ha strangolata. Dopodiché ha deciso di nascondere il cadavere in una campagna nei pressi di un laghetto artificiale vicino a Castellaneta dove - ha spiegato l'assassino - spesso andava a fare pic-nic. 

E' il terzo femminicidio che si registra a Bari in due mesi.