Lunedì, 16 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Niente convenzione tra Ospedaletto e Di Venere, neonato ha rischiato di morire

Il bimbo è stato trasferito da Bari a Napoli

Pubblicato in Cronaca il 26/09/2014 da Redazione
A causa di una disorganizzazione sanitaria, un bimbo appena nato ha rischiato di morire. Il neonato, venuto alla luce all'ospedale di Corato è stato trasferito al Di Venere in quanto presentava addome acuto e, quindi, era in pericolo di vita. Il Di Venere pur essendo dotato del reparto di terapia intensiva neonatale, non è dotato della chirurgia e per questo sarebbe stato necessario trasferirlo presso l'ospedale Giovanni XXIII di Bari ma, purtroppo, tra le due strutture, una dell'azienda consorziale Policlinico di Bari, e l'altra dell'Asl Bari non esiste una convenzione che consenta il trasferimento dei pazienti. Il bimbo poi è stato trasportato all' ospedale di Foggia ed infine a Napoli, dove finalmente è stato operato per problemi intestinali.L'odissea del piccolo fa emergere nuovamente il problema della mancanza in tutta la Asl di Bari del cosiddetto "Sten", il servizio interamente dedicato al trasporto neonatale in grado di fornire con tempestività cure appropriate a qualsiasi neonato ovunque si trovi, garantendo gli standard strutturali e funzionali più adeguati.