Sabato, 27 Novembre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

Manduria, pestato a sangue perché gay: 'Quelli come te devono morire bruciati'

L'episodio è accaduto ieri sera in un locale affollato. Il giovane ha riportato traumi guaribili in cinque giorni

Pubblicato in Cronaca il 26/04/2016 da Redazione

Picchiato e insultato perché omosessuale. Ennesimo episodio di omofobia ieri sera a Manduria, comune alle porte di Taranto. Vittima dell’aggressione un 24enne che stava trascorrendo la serata in un locale.

Secondo quanto riportato da il Quotidiano di Puglia, il giovane ha riportato traumi contusivi allo zigomo, al sopracciglio e alla mandibola sinistra ricevendo una prognosi di cinque giorni.

Uno degli aggressori avrebbe minacciato la vittima dicendo che “quelli come te devono morire tutti bruciati”.

Il giovane ha denunciato l’episodio con un post sul suo profilo Facebook: “Ieri sera aggressione omofoba dopo insulti e minacce. Mi sono difeso ma erano una decina. Ed ora eccomi qui”, allegando anche una foto del viso ferito.

Il ragazzo ha sporto denuncia alla polizia che avrebbe già individuato uno dei responsabili del pestaggio.
 



loading...