Mercoledì, 1 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bitonto, picchiano incensurato per mandare un messaggio al clan rivale: tre arresti

Durante il pestaggio uno degli aggressori si è scoperto il volto ed ha “consegnato” alla vittima il messaggio da dare al parente

Pubblicato in Cronaca il 25/10/2017 da Redazione

La polizia ha arrestato il 27enne Domenico Liso, il 19enne Damiano Caputo e il 33enne Vito Antonio Tarullo, tutti con precedenti penali, con le accuse a vario titolo dei reati di porto illegale di armi in luogo pubblico e lesioni personali aggravate, con l’aggravante di aver commesso i reati con l’utilizzo del metodo mafioso.

Dalle indagini è emerso che i tre, il 29 settembre scorso, hanno brutalmente aggredito e picchiato, sotto la minaccia di due pistole, un uomo al di fuori degli ambienti criminali ma parente di un altro pregiudicato, legato a gruppi criminali della zona, con l’obiettivo di rivolgere a quest’ultimo un messaggio intimidatorio, con una vera e propria vendetta trasversale, propria delle organizzazioni di stampo mafioso.

Durante il pestaggio uno degli aggressori si è scoperto il volto ed ha “consegnato” alla vittima il messaggio da dare al parente. Le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza hanno consentito alle forze dell’ordine di risalire ai tre presunti responsabili. Gli arrestati si trovano adesso nel carcere di Bari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.