Martedì, 14 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Lecce, detenuto appicca fuoco in cella: quattro agenti intossicati

L’uomo, di origini straniere e affetto da problemi psichiatrici, è arrivato nel capoluogo salentino dopo il trasferimento da un altro istituto penitenziario

Pubblicato in Cronaca il 25/09/2018 da Redazione

Un detenuto di 30 anni ha incendiato una cella del carcere di Lecce, provocando l’intossicazione di quattro agenti della polizia penitenziaria. È quanto riportato dall’Osapp Puglia. L’uomo, di origini straniere e affetto da problemi psichiatrici, è arrivato nel capoluogo salentino dopo il trasferimento da un altro istituto penitenziario.  I poliziotti sono rimasti intossicati mentre spegnevano l'incendio dopo avere messo in salvo gli altri reclusi. Portati al pronto soccorso dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, gli agenti sono stati poi dimessi con prognosi di cinque giorni al massimo.

L'Osapp chiede nella nota "un'urgente ispezione ministeriale per le gravi carenze di personale del penitenziario”.