Martedì, 19 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Esplosione dopo fuga di gas a Barletta, un morto e tre feriti

Ha perso la vita un operaio dell'Italgas che stava operando, tra i feriti anche il comandante dei vigili della pulizia municipale.

Pubblicato in Cronaca il 25/04/2015 da Redazione
Un morto e tre feriti è il bilancio dell'esplosione di una conduttura del gas avvenuta per strada nel centro di Barletta, in via Milano, intorno alle 18,30. La vittima è un operaio dell'Italgas, Nicola Delvecchio, di 56 anni. Stava lavorando nella zona per fermare una fuga di gas verificatasi all'interno di un locale adibito a parrucchiere da uomo. Sono invece rimasti feriti un operaio, che è ricoverato a Barletta in condizioni critiche (ha ferite lacero contuse su tutto il corpo e diverse escoriazioni); il comandante dei vigili urbani, Savino Filannino, che ha riportato una frattura al piede, e un vigile del fuoco, ferito al capo. Questi ultimi due sono ricoverati al 'Bonomo' di Andria.
L'esplosione è avvenuta praticamente a cento metri da via Roma che, come si ricorderà, fu teatro del tragico crollo della palazzina dell'ottobre 2011 che contò sei vittime.
"Vorrei esprimere tutto il mio personale e affettuoso cordoglio alla famiglia di Nicola Delvecchio, l'operaio dell'Italgas vittima di un'esplosione di gas avvenuta mentre compiva coraggiosamente il suo lavoro - è il commento del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola - Una tragedia enorme ed improvvisa per la comunità di Barletta cui va la vicinanza mia e della Giunta regionale che rappresento. Morire mentre si compie il proprio dovere è sempre una ingiustizia dolorosa e intollerabile".