Giovedì, 12 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari: Decaro firma l'ordinanza per la sicurezza urbana in Piazza Umberto e Cesare Battisti

A luglio saranno rimossi gli arredi urbani ostacolanti e sarà potenziata l'illuminazione

Pubblicato in Cronaca il 24/06/2015 da Redazione
A seguito della riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica svoltasi lo scorso 29 maggio, in cui si assumevano alcune decisioni volte a tutelare la sicurezza dei cittadini, poi confermate durante il sopralluogo successivo effettuato dal sindaco Antonio Decaro, dal Questore di Bari e dai comandanti di Carabinieri e Guardia di Finanza, è stata pubblicata oggi l'ordinanza relativa alle piazze Umberto e Cesare Battisti.
Come noto, nel corso del Comitato, il sindaco aveva assunto l'impegno di potenziare l'illuminazione delle due piazze, di implementare le apparecchiature di videosorveglianza ed eliminare gli elementi di arredo urbano che favoriscono le attività illecite rendendole meno visibili, trovando su questi punti d'accordo dei partecipanti alla riunione, registrando la disponibilità delle Forze dell'ordine a implementare il servizio di presidio e controllo sul territorio h 24 attraverso pattuglie interforze.
Per far fronte a questo scenario, e per tutelare concretamente i diritti delle persone alla libertà di movimento, di espressione e di fruizione delle bellezze storico- architettoniche e del verde pubblico; alla sicurezza urbana; alla salute e alla quiete di residenti e turisti; all'igiene pubblica; alla cura del patrimonio pubblico, del decoro urbano e dell'ambiente, il sindaco Antonio Decaro ha firmato un'ordinanza che prescrive le seguenti norme comportamentali, tese ad assicurare il decoro urbano e a prevenire condotte illecite:

divieto di accesso e circolazione di veicoli a motore di qualsiasi genere.
divieto di accensione di fuochi di artificio, petardi e fuochi di qualsiasi genere.
divieto di circolazione di cani senza guinzaglio e museruola e con obbligo della raccolta delle deiezioni canine.
divieto di danneggiare e imbrattare giochi o elementi di arredo; calpestare le aiuole fiorite e i siti erbosi delimitati; eliminare, danneggiare, tagliare e qualsiasi azione che possa in altro modo minacciare l'esistenza di alberi e arbusti o parte di essi; danneggiare e imbrattare la segnaletica; scavalcare transenne, ripari, steccati posti a protezione del verde pubblico; abbandonare rifiuti al di fuori dei contenitori di raccolta; effettuare scavi non autorizzati; raccogliere e asportare fiori, bulbi, radici, semi, frutti, terriccio, muschio etc- ed ulteriori divieti di cui al Programma di conduzione, manutenzione e tutela del patrimonio verde urbano approvato con Del. GM 791/2011 - art 9 "Fruizione dei parchi e dei giardini pubblici" - Divieti comportamentali e divieti di utilizzo improprio degli spazi verdi.
divieto di bivaccare, intendendosi per "bivacco" sdraiarsi, dormire, disporre giacigli, stazionare o consumare cibi e bevande in maniera scomposta o contraria al decoro;
divieto di schiamazzare e gridare.
divieto di compiere qualsiasi attività in contrasto con la conservazione e il decoro dei suddetti luoghi e monumenti (arrampicarsi su statue, pali, fioriere, panchine ecc., danneggiare o imbrattare, etc.).

L'ordinanza prevede anche l'obbligo di ottemperanza da parte delle strutture comunali a porre in essere le procedure amministrative e i lavori necessari a dare attuazione agli impegni assunti in sede di Comitato. In particolare entro il mese di luglio, in piazza Cesare Battisti, saranno rimossi gli elementi di arredo urbano e le fioriere che impediscono la visuale agli agenti impegnati nelle attività di controllo e diventano facili nascondigli di merci illegali. Saranno, altresì, installati attrezzi e giochi per bambini. Successivamente si procederà alla rimozione dei gazebo.
Partirà immediatamente la progettazione dell'impianti di videosorveglianza e il potenziamento dell'impianto di illuminazione (12 nuove telecamere e 40 corpi illuminanti in più in piazza Cesare Battisti, e 16 telecamere piazza Umberto), per un costo complessivo stimato intorno ai 300.000 euro, da finanziare con il Bilancio previsionale 2015, in corso di approvazione.