Mercoledì, 23 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, omicidio Tchuradze Revaz in piazza Moro: arrestato 44enne russo a Fiumicino

L’uomo riuscì ad evitare la cattura nell’ambito dell’operazione “Shodka”

Pubblicato in Cronaca il 24/01/2017 da Redazione

Nella serata di venerdì scorso, a Roma, presso lo scalo aereo di Fiumicino, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti del 42enne russo Mikeladze Dzhemal, detto “Jemo”.


L’uomo dovrà rispondere di associazione per delinquere aggravata dalla transnazionalità e di estorsione aggravata, per essersi sottratto alla cattura nell’ambito dell’operazione “Shodka”, avviata dalla Squadra Mobile di Bari subito dopo l’omicidio di Tchuradze Revaz avvenuto in piazza Moro a Bari nel gennaio del 2012.

Il destinatario del provvedimento cautelare, assieme ad altri soggetti, già destinatari della medesima misura, dietro minaccia di ritorsioni, imponeva alle agenzie di spedizioni, gestite da loro connazionali, il pagamento di una somma per ogni pacco inviato dai cittadini georgiani in madre-patria.

Le ricerche di Mikeladze, ritenuto elemento di vertice del clan “Kutaisi”, condotte da personale della Squadra Mobile e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, hanno consentito di individuarlo nel suo paese di origine, la cui Autorità Giudiziaria, accogliendo la richiesta di quella Italiana, ne ha disposto l’estradizione in Italia.